Livorno, figlia violenta picchiava la madre: i Carabinieri la allontanano da casa

carabinieri-auto-RadiomobileLo stesso provvedimento anche per il suo fidanzato. Livorno, 23 feb – Una figlia violenta è stata allontanata da casa per maltrattamenti ed atti persecutori nei confronti della madre, che era sottoposte a continue minacce e aggressioni pur di ottenere denaro per acquistare la droga.

E’ stato allontanato anche il fidanzato della giovane, che era suo complice nel picchiare e offendere la madre.

I carabinieri della stazione di Montenero (Livorno) hanno eseguito ieri due misure cautelari, emesse dal gip del Tribunale di Livorno, con le quali hanno allontanato dalla casa familiare una giovane di 27 anni, con problemi di tossicodipendenza, nonché il suo fidanzato, un livornese ventinovenne, con precedenti penali.

Come ricostruito dai militari, i due giovani si sono resi protagonisti di diversi comportamenti prevaricatori, di maltrattamenti, minacce, ingiurie ed aggressioni fisiche nei confronti della madre della 27enne, una 76eienne residente nel quartiere Collinaia, finalizzati prevalentemente ad ottenere denaro per acquistare sostanza stupefacente.

Il gip del Tribunale di Livorno, Ottavio Mosti, concordando con quanto è emerso dalle indagini e con le richieste del pubblico ministero Daniele Rosa, ha pertanto emesso il provvedimento con il quale i due fidanzati, oltre ad essere stati allontanati dalla abitazione della pensionata, non potranno altresì avvicinarsi ai luoghi frequentati dalla stessa.(AdnKronos)

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.