Foggia, usava l’auto come ariete per compiere rapine. Arrestato

rapine-auto-arieteFoggia, 24 apr – Il 5 e il 6 aprile scorso aveva messo a segno diversi furti ai danni di esercizi commerciali della città di Foggia, tutti con la stessa tecnica: un’autovettura utilizzata come ariete per sfondare le serrande chiuse di esercizi commerciali della città ed aprirsi un varco attraverso cui entrare e trafugare soldi, sigarette e gratta e vinci.

Al termine di una serrata attività d’indagine il personale del Comando Provinciale dei Carabinieri e della Questura hanno identificato l’autore dei reati. Si tratta di un ventisettenne foggiano, Mourad Jadid, colpito da ordinanza di custodia cautelare in carcere, per i reati di furto, ricettazione e danneggiamento, emessa dal GIP su richiesta della locale Procura della Repubblica ed eseguita congiuntamente dalla Polizia e dai Carabinieri di Foggia.

Gli investigatori hanno accertato che il giovane nel mese di marzo di quest’anno, dopo aver litigato con la moglie con cui risiedeva a San Severo, era ritornato a vivere a casa della madre a Foggia con la quale, dopo qualche giorno di convivenza, aveva litigato ed era stato allontanato da casa. Di qui la decisione, per procurarsi il denaro di cui aveva bisogno, anche in ragione del suo stato di tossicodipendenza, di commettere furti sfondando le serrande dei negozi con le auto appena rubate.

Ad inchiodare il ladro sono state le telecamere dei sistemi di videosorveglianza di alcuni negozi colpiti e degli esercizi limitrofi, che i Carabinieri e la Polizia hanno analizzato e comparato per trovare analogie nei vestiti, nel modus operandi e nei due mezzi rubati utilizzati per sfondare le serrande. In particolare veniva accertato che lo Jadid, nella notte di Pasqua aveva rubato una Ford Fiesta di colore nero parcheggiata nella zona del Carmine Vecchio, che utilizzava poi per sfondare la serranda di una rivendita di surgelati, dove non riusciva ad entrare. Con la stessa auto, nel pomeriggio di Pasqua, assaltava un bar, dove trafugava il registratore di cassa, un cambiamonete ed un pc portatile, per poi dirigersi verso un panificio, dove asportava il registratore di cassa.

Il disegno criminoso si interrompeva solo per alcune ore. Nella notte del lunedì dell’Angelo infatti lo Jadid si impossessava di un’altra Ford Fiesta, questa volta di colore grigio, che utilizzava nella giornata di Pasquetta per sfondare le serrande di cinque negozi: una pizzeria, due panifici, un’enoteca ed una tabaccheria. Le indagini serrate ed avviate immediatamente da Polizia e Carabinieri consentivano di rintracciare entrambe le auto rubate, su cui gli inquirenti rinvenivano il registratore di cassa della tabaccheria e alcuni documenti personali delle vittime. Il giovane, che con le sue azioni ha provocato ai negozianti del capoluogo un danno complessivo di oltre 30.000 euro, è stato associato alla casa circondariale di Foggia in attesa dell’interrogatorio di garanzia.


Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.