Firenze, rapine e scippi a Scandicci: fermata una persona

Auto_carabinieriFirenze, 3 mag – Per mesi ha compiuto numerosi scippi e rapine seminando il panico tra gli abitanti di Scandicci (Firenze), soprattutto donne. Alla fine delle indagini, i Carabinieri sono riusciti ad arrestare il presunto responsabile, un cittadino del Mali, che è finito in carcere.

A seguito di alcuni scippi avvenuti a partire dal mese di agosto 2016 nel comune di Scandicci, i Carabinieri della locale stazione hanno intrapreso una complessa e serrata attività d’indagine tesa ad identificare l’autore dei reati.

Sono stati inizialmente esaminati i singoli episodi, avvenuti in maniera alterna e discontinua fino allo scorso 25 aprile, riscontrando numerose analogie tra i colpi e facendo pensare che ad agire fosse un unico autore.

Gli scippi o le rapine sono infatti avvenuti tutti nel tardo pomeriggio, nei confronti di donne sole, e avevano come obiettivo contanti e telefoni cellulari. Inoltre per non farsi riconoscere, il malvivente ha sempre aggredito le sue vittime da dietro.

Come secondo passo, i Carabinieri hanno rintracciato alcuni telefoni provento di furto e seguendo a ritroso i passaggi di mano sono emersi gli indizi che individuavano l’uomo come il possibile autore degli scippi.

Sulla scorta degli elementi raccolti è stata pertanto eseguita una perquisizione personale e domiciliare nei suoi confronti: un’operazione che ha fatto emergere le prove a suo carico riguardanti ben 10 scippi e rapine, commessi dall’agosto 2016 ad oggi nel comune di Scandicci, permettendo di recuperare anche diversi smartphone di ultimissima generazione.

L’arrestato è stato tradotto nel carcere fiorentino di Sollicciano, in attesa della convalida del fermo di polizia giudiziaria.(AdnKronos)

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.