Firenze: due bambini cadono in un pozzo. Carabiniere non sa nuotare, ma si tuffa e li salva

carabiniere-pozzo-firenzeFirenze, 30 mag – Durante il pomeriggio di ieri, in località “Grassina” di Bagno a Ripoli, alle porte di Firenze, durante una festicciola di compleanno che vedeva riuniti in un giardino condominiale diverse famiglie, due bambini di sette anni, nel giocare, si arrampicavano su un pozzo la cui copertura improvvisamente cedeva, determinandone la caduta per circa otto metri nell’acqua gelida sottostante, a sua volta profonda alcuni metri.

Le persone presenti accorrevano e calavano nel pozzo dei tubi in gomma per irrigazione ai quali i bambini si aggrappavano. Nel contempo chiedevano soccorso e, raggiunta la strada comunale, fermavano una pattuglia del Nucleo Radiomobile dell’Arma che stava transitando in quel momento.

I Carabinieri, raggiunto il pozzo e valutata la necessità di non poter attendere l’arrivo dei Vigili del Fuoco per il concreto rischio che i bambini perdessero la presa dei tubi di gomma, decidevano di intervenire. Uno di essi, che pur non sapeva nuotare, sostenendosi a un ulteriore tubo di gomma si calava all’interno e raggiungeva i piccoli. Puntellatosi con i piedi e la schiena alle pareti, in parte sommerso nell’acqua, sorreggeva i due bambini e nel contempo li confortava, fino all’arrivo – dopo circa dieci minuti – dei Vigili del Fuoco indirizzati da una pattuglia di carabinieri motociclisti che li precedeva.

I Vigili provvedevano quindi, calandosi con un’imbracatura, a far risalire dapprima i bambini e, infine, il Carabiniere.

I due piccoli venivano trasportati all’ospedale pediatrico Meyer di Firenze e trattenuti in osservazione, a causa dello stato di shock e dell’ipotermia, ma fortunatamente senza aver riportato fratture o lesioni significative. Il Carabiniere, dopo prime cure per l’ipotermia, è stato dimesso dal pronto soccorso dell’ospedale Santa Maria Annunziata di Bagno a Ripoli.


Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.