Enna, traffico illecito di rifiuti tossici tra Sicilia e Lombardia. Organizzazione smantellata dai Carabinieri

auto-carabinieri-cofanoContestato anche il concorso esterno in associazione mafiosa. Enna, 28 ott – E’ in corso una vasta operazione dei carabinieri di Enna, che nelle prime ore della mattinata odierna, in Sicilia ed in Lombardia, ha visto finire in manette un gruppo di imprenditori, professionisti e funzionari pubblici, che aveva tentato di accaparrarsi indebitamente l’importo di 8 milioni di euro dell’appalto per la bonifica del sito minerario di Pasquasia (località di Enna).

Contestati in particolare i reati di smaltimento di rifiuti tossici, peculato e varie ipotesi di falso, nonché, per alcuni egli arrestati, il concorso esterno in associazione mafiosa, per avere agevolato l’organizzazione mafiosa denominata “Cosa nostra”, grazie all’assunzione pilotata di lavoratori, ovvero favorendo l’impiego di ditte vicine alla stessa organizzazione criminale.

Ulteriori dettagli sull’operazione, che è stata coordinata dalla Procura distrettuale della Repubblica di Caltanissetta – Direzione Distrettuale Antimafia, saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa prevista per stamattina presso il Comando Provinciale Carabinieri di Enna.

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.