Decreto Sicurezza, Cocer: «Umiliati Soldati, Marinai ed Avieri»

ROMA – «I Cocer di Esercito, Marina e Aeronautica, riuniti per i criteri di attribuzione dei servizi istituzionali 2018 presentati dallo Stato Maggiore Difesa, esprimono la propria insoddisfazione, tanto da indurre la maggioranza dei delegati ad abbandonare l’incontro tecnico. La delusione del Comparto Difesa trova altresì conferma con la presentazione del Decreto Sicurezza-Immigrazione al Consiglio dei Ministri».

E’ quanto si legge in una nota del Consiglio Centrale di Rappresentanza Comparto Difesa.

«Nell’ambito di tale provvedimento – si legge – non vi è traccia di stanziamenti per soddisfare le attività operative condotte dal personale militare nell’ambito della sicurezza del Paese, compresa quella relativa all’immigrazione».

«I Cocer all’unisono – conclude la nota – chiedono fortemente un immediato incontro con il Ministro della Difesa ed il Capo di Stato Maggiore della Difesa, per tale ingiustificata mancata considerazione».

I rappresentanti dei militari protestano per l’esclusione delle Forze Armate dal decreto “come se noi non prendessimo parte alla sicurezza del Paese, compreso il versante dell’immigrazione”, riferisce un esponente del Cocer comparto Difesa.

Inoltre dall’esame degli articoli presenti nel Decreto Sicurezza-Immigrazione, all’articolo 35, vengono stanziati i fondi per gli straordinari del personale ma solo per le Forze di Polizia, mentre per gli straordinari dei militari si continuerà ad attingere alle (magre ed insufficienti) risorse a disposizione.

Di seguito il testo dell’articolo 35.

Art. 35
(Norme in materia di pagamento dei compensi per lavoro straordinario delle Forze di polizia)

  1. Al fine di garantire le esigenze di tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica, a decorrere dall’esercizio finanziario 2018, per il pagamento dei compensi per prestazioni di lavoro straordinario svolte dagli appartenenti alle Forze di polizia, di cui all’articolo 16 della legge 1° aprile 1981, n. 121, è autorizzata, a valere sulle disponibilità degli stanziamenti di bilancio, la spesa per un ulteriore importo di euro 38.091.560 in deroga al limite di cui all’articolo 23, comma 2, del decreto legislativo 25 maggio 2017, n. 75.
  2. Il pagamento dei compensi per prestazioni di lavoro straordinario di cui al comma 1, nelle more dell’adozione del decreto di cui all’articolo 43, tredicesimo comma, della legge 1° aprile 1981, n. 121, è autorizzato entro i limiti massimi fissati dal decreto applicabile all’anno finanziario precedente.
Sommario
Decreto Sicurezza, Cocer: «Umiliati Soldati, Marinai ed Avieri»
Article Name
Decreto Sicurezza, Cocer: «Umiliati Soldati, Marinai ed Avieri»
Author
Publisher Name
GrNet.it
Publisher Logo
Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.