Dalla Germania con 110 ovuli di eroina nello stomaco: arrestato all’aeroporto di Firenze

auto-carabinieri-cofanoFirenze, 15 mag – All’aeroporto ‘Amerigo Vespucci’ di Firenze i Carabinieri del comando provinciale hanno arrestato un corriere della droga proveniente dalla Germania. L’uomo, un cittadino nigeriano, 30 anni, è stato trovato in possesso di 110 ovuli contenenti circa 1.3 kg di eroina.

Il fermo è avvenuto all’interno della sala arrivi internazionali dello scalo dove, nel corso di controlli volti al monitoraggio del fenomeno degli ingressi illegali sul territorio dello Stato, nonché alla prevenzione e alle repressione dei reati in genere, i militari hanno sottoposto a verifica il cittadino extracomunitario, insospettiti dall’atteggiamento di inquietudine e nervosismo del passeggero.

Inoltre, i Carabinieri non si sono lasciati convincere dalle contraddittorie e incerte affermazioni sul viaggio appena concluso; con sé l’uomo aveva solo uno zainetto, un bagaglio non compatibile con la versione fornita, ovvero un viaggio internazionale.

Il passeggero è stato informato del fatto che sarebbe stato sottoposto ad accertamenti presso l’ospedale di Careggi per escludere la presenza di sostanze stupefacenti all’interno del corpo: a quel punto è crollato, riferendo che trasportava droga.

I 110 ovuli li nascondeva nello stomaco e solo dopo 13 ore di ‘travaglio’ i militari sono riusciti a recuperare tutta la sostanza stupefacente. Il nigeriano è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Per il 30enne si sono aperte le porte del carcere di Sollicciano.(AdnKronos)

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.