Da fruttivendolo a rapinatore seriale di farmacie. Arrestato dai CC

fruttivendolo-rapinatoreTorino, 14 ago – I Carabinieri della Compagnia di Rivoli (TO) hanno arrestato l’altro ieri Marco Marletta, 34 anni di Rivoli, tossicodipendente con precedenti di polizia, per avere commesso cinque rapine a farmacie nei mesi di aprile e maggio scorso.

L’uomo, ex fruttivendolo, ha colpito la prima volta lo scorso 11 aprile a Collegno in una farmacia di Corso Francia dove, con il volto coperto da passamontagna ed armato di un taglierino, minacciava i farmacisti costringendoli a farsi consegnare circa 1150 euro, custodite all’interno della cassa per poi scappare a piedi nelle vie limitrofe.

La seconda rapina è avvenuta nella giornata del 27 aprile a Rivoli dove l’uomo, sempre con il volto coperto da un passamontagna ed armato di coltello, dopo avere minacciato le farmaciste, si riusciva ad impossessare di 1300 euro scappando poi a piedi.

Ancora il 20 Aprile scorso in una farmacia di Alpignano in Via Mazzini dove, armato di coltello da cucina e con il volto parzialmente coperto dalla visiera di un cappellino e da occhiali da sole, dopo avere minacciato la titolare della farmacia, si faceva consegnare circa 400 euro prelevati dalla cassa per poi fuggire a bordo di una Lancia di colore grigio. Un testimone riusciva però a prendere parte della targa dell’auto e a comunicarla ai Carabinieri che sono riusciti ad identificare il veicolo, di proprietà di un rumeno, poi accertato essere estraneo alle rapine.

Il 12 Maggio scorso il Marletta ha commesso la quarta rapina nella farmacia di Rivoli, Via Cavalieri di Vittorio Veneto dove, travisato da un passamontagna e armato di un coltello dopo avere minacciato la titolare, si impossessava della somma contante di 350 euro nella cassa per poi dileguarsi a piedi nelle vie limitrofe.

In ultimo il 15 Maggio scorso ad Alpignano in Via Mazzini dove ancora con un coltello da cucina e con il volto coperto da una calzamaglia dopo avere minacciato i farmacisti si faceva consegnare 200 euro che erano dentro a cassa.

In una delle rapine ha minacciato i farmacisti dicendo: “apri la cassa o ti ammazzo!“. Poi aggiungeva: “Dove sono gli altri soldi?…so che ce ne sono altri…state calme e non vi succederà niente!”.

I Carabinieri della Compagnia di Rivoli sono riusciti ad arrivare all’uomo grazie alla meticolosa analisi dei filmati di videosorveglianza ed alle varie testimonianze. L’uomo infatti è stato anche individuato perché in alcune delle rapine indossava male il passamontagna ed è stato riconosciuto anche grazie ad un evidente porro sul naso.

Durante le operazioni di arresto il Marletta ha confessato ai Carabinieri di avere commesso le rapine contestategli perché non lavorava più come fruttivendolo.

I Carabinieri stanno comunque verificando se il rapinatore risulta ancora responsabile di altri reati.


Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.