Cuneo, crolla cavalcavia della tangenziale di Fossano su auto dei Carabinieri: illesi i militari

Cavalcavia_Carabinieri_crolloTorino, 18 apr – Un cavalcavia della tangenziale di Fossano, per cause ancora in corso di accertamento, è crollato questo pomeriggio schiacciando un’auto dei Carabinieri che si trovava sotto il ponte, ma che era fortunatamente senza occupanti. I militari infatti si erano allontanati poco prima dal veicolo e sono rimasti illesi. Nessun altro mezzo è rimasto coinvolto dal crollo.

A quanto si è appreso i militari stavano effettuando normali controlli in un posto di blocco quando hanno sentito alcuni scricchiolii e hanno quindi deciso di allontanarsi. La tangenziale è stata interamente chiusa al traffico. Sul posto forze dell’ordine, vigili del fuoco e protezione civile. 

INCHIESTA ANAS

L’Anas ha istituito una commissione d’inchiesta interna per accertare cause e responsabilità del crollo di una campata dell’asta di svincolo per Marene, in provincia di Cuneo, al km 61,300, in località Fossano, sulla strada statale 231 di ‘Santa Vittoria’. La statale è stata chiusa provvisoriamente al traffico, in entrambe le direzioni, tra i km 59 e 66.

«Sulle cause del crollo sono in corso accertamenti», spiega l’Anas, precisando che «il crollo non ha causato feriti e ha interessato un’auto dei carabinieri in servizio per un posto di blocco senza conseguenze per i militari. Non risultano feriti o altre auto coinvolte».

«Il Presidente dell’Anas Gianni Vittorio Armani ha istituito nell’immediato una commissione d’inchiesta interna per accertare cause e responsabilità, presieduta dal generale dei carabinieri Roberto Massi, direttore della Tutela Aziendale di Anas – prosegue l’Anas – e composta da due ingegneri strutturisti ed esperti di tecniche costruttive. Sul posto sono presenti le squadre Anas, i Carabinieri, la Polizia Stradale e i Vigili del Fuocoper gli interventi e i rilievi del caso e per la gestione della circolazione».

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, intanto, sta predisponendo l’istituzione di una commissione ispettiva di esperti del dicastero per analizzare e valutare quanto accaduto. Lo annuncia una nota del dicastero che spiega come il decreto di nomina verrà firmato dal Ministro Graziano Delrio.(Fonte e foto Adnkronos)

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.