Cuneo, arrestato passeur al confine con la Francia: trasportava quattro extracomunitari

Carabinieri_Cuneo_controlloCuneo, 9 mar – Dopo un inseguimento di oltre due chilomentri i Carabinieri della Stazione di Pietraporzio hanno arrestato un passeur che trasportava illegalmente quattro extracomunitari. È successo ieri a Vinadio, in provincia di Cuneo.

I militari hanno sorpreso il passeur, cittadino residente in Spagna ma di origine marocchina, alla guida di una VW Golf con a borgo cinque soggetti, tutti extracomunitari.

Ne è scaturito un inseguimento dal centro di Vinadio (dove era posizionata la pattuglia dell’Arma) per oltre due chilometri, in direzione del confine di Stato.

Una volta bloccati, gli occupanti della macchina si sono dati alla fuga nel bosco, ma la prontezza dei militari ha permesso di bloccare il conducente, poi arrestato, e uno dei quattro passeggeri.

Poco dopo, con l’aiuto dei Carabinieri del Radiomobile, sono stati rintracciati anche gli altri tre occupanti.

I cinque sono stati identificati e dai successivi accertamenti è emerso che l’autista aveva 700 euro in contanti, provento del pagamento da parte dei passeggeri (tutti di origine marocchina) diretti in Francia, passando attraverso il valico internazionale del Colle della Maddalena.

Il denaro, i telefoni e l’auto utilizzata per il trasporto sono stati sottoposti a sequestro penale. L’arrestato, invece, è stato condotto in carcere a Cuneo su disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Quella di ieri è l’ennesima operazione di contrasto al fenomeno del trasporto illegale di immigrati attraverso la provincia di Cuneo. Un’operazione che segue altre analoghe attività condotte dai Carabinieri nella zona nell’ultimo periodo.

All’inizio del mese, i militari della Stazione di Borgo San Dalmazzo avevano infatti arrestato un altro soggetto che stava trasportando, con le stesse modalità, quattro persone, mentre durante il mese di gennaio erano stati controllati altri due mezzi con 34 migranti a bordo che tentavano, in condizioni di trasporto pessime, di oltrepassare il confine.

Infine, un altro controllo era stato fatto dai Carabinieri a Centallo: nell’occasione erano stati controllati altri 16 extracomunitari stipati dentro un furgone.

Questi episodi – sottolinea il Capitano Alberto Calabria, Comandante della Compagnia di Borgo San Dalmazzo – registrati nel giro di poco tempo rendono sempre più necessario un controllo del territorio costante da parte dei Carabinieri, dislocati in maniera capillare fino ai centri abitati più piccoli per garantire il pieno rispetto della legge anche in materia di immigrazione clandestina.

A tale scopo sono stati intensificati, lungo tutta la Valle Stura, i controlli di mezzi in transito, predisponendo posti di controllo rinforzati con più pattuglie disposte sull’intera rete stradale che da Borgo San Dalmazzo raggiunge la Francia attraverso il Colle della Maddalena ed il tunnel di Tenda.

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.