Crotone, i Carabinieri arrestano un pusher 40enne

carabinieri-560Crotone, 27 feb – Arrestato un pusher quarantenne sorpreso con 700 grammi di droga nascosta sotto il letto della sua abitazione. Il fermo è il frutto dell’operazione antidroga dei Carabinieri di Crotone nel popolare quartiere Fondo Gesù, condotta nel weekend.

Da alcune settimane i Carabinieri del Nucleo Radiomobile, al comando del Maresciallo Ordinario Madaro, avevano notato un insolito via-vai di ragazzi, soprattutto in orari serali, nei pressi di un palazzina popolare del quartiere Gesù. Dopo un lavoro di analisi, si era appurato che nella stessa vivesse un soggetto su cui già gravava una condanna per spaccio di sostanza stupefacenti: da qui la decisione di effettuare una perquisizione domiciliare.

L’attività veniva avviata intorno all’ora di cena di venerdì 24 febbraio, bussando alla porta del sospettato: l’uomo, forse pensando all’ennesimo cliente in cerca di una dose, apriva la porta direttamente senza neanche chiedere chi ci fosse dall’altra parte. Sconcerto, disorientamento e tremori: così Massimo Scarriglia, classe
’77, accoglieva in casa i militari del Nucleo Radiomobile che, unitamente ai colleghi della locale Stazione e del Nucleo Operativo, iniziavano, dopo aver enunciato i diritti previsti dalla legge, le attività di perquisizione.

Lo Scarriglia ammetteva da subito di detenere della sostanza stupefacente per mero uso personale e consegnava spontaneamente una busta detenuta in un mobile in salotto con alcune dosi di hascisc, negando di avere alcunchè d’altro.

Peccato che l’uomo continuasse a manifestare un evidentissimo stato di agitazione, basti pensare che nel giro di 30 secondi aveva modo di stappare ben 3 birre e assaggiarle senza consumarle. In cucina veniva infatti rinvenuto un bilancino di precisione e soprattutto, una volta iniziata la perquisizione della camera da letto matrimoniale, venivano rinvenute proprio sotto il letto due buste con all’interno 500 grammi di marjiuana e 200 grammi di hascisc.

Per l’uomo scattavano quindi le manette, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il giorno successivo il Giudice, al termine dell’udienza di convalida, disponeva per lo stesso gli arresti domiciliari. In queste ore i militari stanno inoltre segnalando ai servizi sociali del Comune di Crotone la situazione inerente la famiglia dell’arrestato, in considerazione del ritrovamento dell’ingente quantità di droga nell’abitazione dove vivono anche 3 bambini piccoli, al fine di un’idonea valutazione di competenza sulle condizioni di vita e di crescita dei minori.(AdnKronos)

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.