Cosenza, estorsione e atti persecutori: arrestato un 32enne. Aveva preso di mira un avvocato

112-560Cosenza, 19 mag – Un egiziano di 32 anni è agli arresti domiciliari a Cosenza con l’accusa di estorsione continuata e atti persecutori ai danni di un noto avvocato penalista locale. Questa mattina presto i militari della Stazione dei Carabinieri di Cosenza Nord hanno dato esecuzione all’ordinanza emessa dal Gip di Cosenza nei suoi confronti.

Il provvedimento arriva al termine dell’indagine iniziata a seguito della denuncia del penalista, presentata a gennaio. I fatti risalgono all’ottobre 2016, quanto l’egiziano si era presentato nello studio del professionista e aveva preteso un ingiusto risarcimento complessivo di 25.000 euro, addossando al legale la colpa di aver perso una causa civile che lo coinvolgeva.

Dall’ottobre del 2016 al gennaio 2017, l’avvocato era stato costretto a consegnare all’egiziano in più tranches 2.650 euro, per timore di ritorsioni e minaccia di morte anche nei confronti dei propri famigliari.

Le indagini hanno accertato una serie di comportamenti persecutori da parte dell’arrestato nei confronti della vittima, minacciata più volte nei pressi del suo studio o persino quando andava a prendere i propri figli a scuola.(AdnKronos)

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.