Contro furti, rapine e truffe, arriva il vademecum dei Carabinieri

112-sosRoma, 6 mag – A seguito di numerosi episodi criminosi ai danni dei cittadini, specie alle persione anziane (ma non solo), il Comando Provinciale dei Carabinieri di Reggio Calabria d’intesa con la Procura della Repubblica presso il locale Tribunale, ha approntato un vademecum di prevenzione contenente una serie di consigli/suggerimenti utili a diminuire l’esposizione a rischio verso furti, rapine e truffe.

Se usate Facebook o Twitter, condividete la notizia. Ecco il vademecun.

  • Non aprite agli sconosciuti e non fateli entrare in casa. Diffidate degli estranei che vengono a trovarvi in orari inusuali, soprattutto se in quel momento siete soli in casa;
  • Non mandate i bambini ad aprire la porta;
  • Comunque, prima di aprire la porta, controllate dallo spioncino e, se avete di fronte una persona che non avete mai visto, aprite con la catenella attaccata;
  • In caso di consegna di lettere, pacchi o qualsiasi altra cosa, chiedete che vengano lasciati nella cassetta della posta o sullo zerbino di casa. In assenza del portiere, se dovete firmare la ricevuta aprite con la catenella attaccata;
  • Prima di farlo entrare, accertatevi della sua identità ed eventualmente fatevi mostrare il tesserino di riconoscimento;
  • Nel caso in cui abbiate ancora dei sospetti o c’è qualche particolare che non vi convince, telefonate all’ufficio di zona dell’Ente e verificate la veridicità dei controlli da effettuare;
  • Attenzione a non chiamare utenze telefoniche fornite dagli interessati perché dall’altra parte potrebbe esserci un complice;
  • Se avete bisogno della duplicazione di una chiave, provvedete personalmente o incaricate una persona di fiducia;
  • Se vivete in una casa isolata, adottate un cane. Non fate sapere a chiunque che abitate da soli;
  • Se abitate in un piano basso o in una casa indipendente, mettete delle grate alle finestre oppure dei vetri antisfondamento;
  • Se inavvertitamente avete aperto la porta ad uno sconosciuto e, per qualsiasi motivo, vi sentite a disagio, non perdete la calma. Inviatelo ad uscire dirigendovi con decisione verso la porta. Aprite la porta e, se è necessario, ripetete l’invito ad alta voce. Cercate comunque di essere decisi nelle vostre azioni;
  • Fatevi installare una porta blindata con spioncino e serratura di sicurezza. Anche l’installazione di videocitofoni e/o telecamere a circuito chiuso è un accorgimento utile;
  • Ricordatevi che di solito il controllo domiciliare delle utenze domestiche viene preannunciato con un avviso che indica il motivo, il giorno e l’ora della visita del tecnico;
  • Installate dei dispositivi antifurto, collegati possibilmente con i numeri di emergenza;
  • Illuminate con particolare attenzione l’ingresso e le zone buie. Se all’esterno c’è un interruttore della luce, proteggetelo con una grata o con una cassetta metallica per impedire che qualcuno possa disattivare la corrente;
  • Considerate che i primi posti esaminati dai ladri, in caso di furto, sono gli armadi, i cassetti, i vestiti, l’interno dei vasi, i quadri, i letti ed i tappeti.
Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.