Chiedono soldi ad invalido per restituirgli farmaci salvavita: arrestati

arresti-rc-estrosioneRoma, 6 feb – I Carabinieri della Compagnia di Villa San Giovanni hanno tratto in arresto i coniugi Salvatore Sgrò e Giuseppa Buonanti, residenti a Reggio Calabria, con precedenti per minacce, ritenuti responsabili del reato di estorsione a danno di M.D., anziano invalido civile.

La vittima, nella tarda mattina di quel martedì, si è recata presso la Stazione di Campo Calabro, denunciando che i citati coniugi gli avrebbero chiesto somme di denaro per restituirgli farmaci salvavita, documenti ed altri effetti personali da loro indebitamente trattenuti. I militari della Stazione, con il supporto dei Carabinieri dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Villa San Giovanni, dopo aver rassicurato l’anziano uomo ed esperito i primi accertamenti, hanno immediatamente posto in essere mirato servizio di polizia giudiziaria che ha portato alla luce la condotta antigiuridica di Sgrò e Buonanti i quali, all’esito della perquisizione domiciliare, sono stati trovati in possesso di circa 270 euro, denaro poco prima consegnato dalla stessa vittima.

Per tali ragioni, i coniugi sono stati tratti in arresto dai militari operanti e ristretti presso la rispettiva abitazione di Reggio Calabria, come disposto dall’Autorità Giudiziaria Reggina.

In questa vicenda, come nei più frequenti casi di truffe a persone anziane, sole o in difficoltà, il consiglio che i Carabinieri rivolgono è quello di non esitare a contattare immediatamente i militari dell’Arma presso la più vicina Stazione, anche solo per dirimere semplici dubbi o perplessità.

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.