Caserta: uccide a coltellate la compagna e si costituisce dai Carabinieri

112-560Caserta, 3 ago – Alle ore 6.30 circa di questa mattina, Nicola Piscitelli, 53 anni, di Arienzo (CE), si è presentato presso la Stazione Carabinieri di Santa Maria Capua Vetere riferendo che poco prima, a seguito di una lite, aveva accoltellato la propria compagna presso la Cava Tifatina situata nel comune di San Prisco (CE).

L’uomo, in evidente stato di agitazione, aveva con se un coltello ancora parzialmente insanguinato.

L’immediato intervento dei Militari dell’Arma presso il luogo segnalato ha consentito di rinvenire il corpo ormai senza vita di Rosaria Lentini, 59 anni, catanese. La donna era in posizione supina, all’interno di un sacco a pelo riversa sul terreno.

Sul luogo sono ora in corso rilievi e accertamenti da parte dei Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Caserta e della Compagnia di Santa Maria Capua Vetere. Nicola Piscitelli è attualmente in stato di fermo mentre le indagini sono tuttora in corso.

Tuttavia, “da un primo esame del corpo della vittima, Rosaria Lentini – si legge in una nota del Comando Provinciale Carabinieri di Caserta – risulta che sia stata raggiunta da 12 fendenti alla schiena”.

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.