Caserta, atti persecutori e violenza sessuale: i Carabinieri arrestano 32enne

molestie-sessualiCaserta, 24 giu – Nella mattinata odierna i Carabinieri della Stazione di Macerata Campania hanno dato esecuzione a una ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, su richiesta della Procura, nei confronti di un 32enne di Portico di Caserta (CE), per i reati di atti persecutori, violenza sessuale ed estorsione.

Le indagini avviate dai Carabinieri della Stazione di Macerata Campania, sotto la direzione della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, a seguito della denuncia presentata da una giovane professionista, che lamentava il comportamento persecutori ai suoi danni da parte dell’ex fidanzato, consentivano di appurare che quest’ultimo, da circa un anno, dopo la fine della relazione sentimentale, aveva posto in essere numerose e reiterate condotte persecutorie nei confronti della giovane, sia presso l’abitazione che sul luogo di lavoro.

In tale contesto, in particolare, l’indagato, a partire dal mese di luglio 2015, non accettando la cessazione della relazione sentimentale, dapprima seguiva con insistenza la vittima manifestando propositi di riconciliazione, arrivando tuttavia in breve, in un crescendo di prevaricazioni, a vere e proprie condotte di violenza sessuale, fino a porre in essere reiterate condotte estorsive, minacciando addirittura di diffondere immagini della giovane riprese con il telefono cellulare dall’indagato durante gli episodi di violenza.

Il provvedimento rientra nell’ambito delle numerose e delicate attività di indagine condotte dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere per la tutela delle c.d.fasce deboli.

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.