Carabinieri: ostruzionismo verso i sindacati militari, le proteste di NSC

ROMA – Nonostante il Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri, a seguito della sentenza della Corte Costituzionale, abbia istituito un apposito ufficio denominato “Ufficio Rapporti con le Associazioni a Carattere Militare“, sembra proprio che ai piani alti di viale Romania si continui a preferire l’accomodante Rappresentanza militare rispetto ai sindacati, nonostante questi ultimi siano stati regolarmente autorizzati dal ministro della Difesa.

A denunciare questi compartamenti è il Segretario Generale del “Nuovo Sindacato Carabinieri“, Massimiliano Zetti, che in un’email indirizzata ai vertici dell’Arma rinnova la richiesta di un incontro con il Comandante Generale sottolineando la mancata “attivazione del flusso informativo verso il sindacato”.

Tale situazione – sottolinea Zetti – determina una “condizione di disparità di trattamento nei confronti della obsoleta Rappresentanza Militare e nei confronti dei sindacati che sono diretti da personale che riveste il doppio cappello di delegato Cocer e di dirigente sindacale. Tale perdurare della situazione si ritiene che contrasti e sia in palese violazione della Sentenza n. 120 della Corte Costituzionale”.

Sommario
Carabinieri: ostruzionismo verso i sindacati militari, le proteste di NSC
Article Name
Carabinieri: ostruzionismo verso i sindacati militari, le proteste di NSC
Author
Publisher Name
GrNet.it
Publisher Logo
Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.