Carabinieri, muore per un male incurabile il generale Piccinno

generale-PiccinnoRoma, 13 giu – «Un dolore forte la morte del generale Piccinno. Sono affettuosamente vicino ai suoi familiari e li stringo tutti in un forte abbraccio». Con queste parole il Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, Tullio Del Sette, ha voluto rendere omaggio al generale Cosimo Piccinno e ai suoi familiari, morto nella notte a causa di un male incurabile, a cui, nonostante tutto, non ha mai consentito di tenerlo lontano dall’Arma, dal servizio e dai suoi impegni istituzionali.

Fra pochi giorni il generale Piccinno avrebbe compiuto 65 anni e raggiunto il congedo.

«Siamo profondamente addolorati per questo lutto – si legge in una nota del Comando Generale dell’Arma – . Ciascun Carabiniere insieme a me, stringe in un abbraccio fatto di sentimenti veri e di vicinanza assoluta i suoi familiari. Numerosi gli incarichi ricoperti dal Generale Piccinno in oltre 40 anni di vita nell’Arma. Le Compagnie di Montesarchio (BN) e di Santa Maria Capua Vetere (CE), il Gruppo di Palermo, il Comando Provinciale di Milano, gli Uffici dello Stato Maggiore, tutti assolti con estrema competenza e grande dedizione. E negli ultimi 7 anni, il Comando Carabinieri per la Tutela della Salute, che sotto la sua guida illuminata ha raggiunto risultati eccezionali. Il Generale Piccinno resterà sempre nel cuore di ognuno di noi».

Anche il Ministro della Difesa, Sen. Roberta Pinotti, appresa la notizia del decesso Generale Cosimo Piccinno, ha espresso ai familiari e al Comandate Generale dei Carabinieri, Gen. Del Sette le «proprie condoglianze e il sentimento di vicinanza della Difesa. L’improvvisa scomparsa del Generale PICCINNO, rappresenta una dolorosa perdita per i suoi cari e per la grande famiglia dei Carabinieri e delle Forze armate».

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.