Carabinieri fermano un cavallo imbizzarrito, ancora una volta…

carabinieri-cavallo-palermoPalermo, 15 mar – Sembra ripetersi la scena immortalata da Achille Beltrame sulla Domenica del Corriere del 13 febbraio 1910, quando il carabiniere Mendacci riuscì a fermare a Roma, in via Nazionale, un cavallo imbizzarrito fuggito da una Caserma, oppure quella del vicebrigadiere Stefano Lucci, che riuscì a fermare un puledro imbizzarrito usando la bandoliera come una cavezza.

Stamane invece, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Palermo sono intervenuti per fermare un cavallo con calesse sfuggito al fantino.

Il fantino, verosimilmente, perdeva il controllo dell’animale dopo che quest’ultimo veniva punto dai rami spinosi di un rovo. A seguito di ciò il quadrupede, imbizzarrito e a velocità sostenuta, da viale Del Fante si è diretto verso il centro città ma, mentre percorreva piazza Leoni, veniva intercettato da una gazzella dei Carabinieri che con una manovra decisa e attenta ne riusciva a fermare la corsa, riuscendo a bloccarlo in via Imperatore Federico dove poi è stato “domato”. Il cavallo durante la sua fuga per le vie cittadine ha danneggiato due autovetture ferme ad un semaforo nonché investito un ciclista, soccorso poi dal personale del 118.

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.