Carabinieri denunciano ricettatore e restituiscono refurtiva alla vittime

carabinieri-caltanissettaCaltanissetta, 2 feb – Alle prime lucci dell’alba di oggi, i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della compagnia di Caltanissetta hanno eseguito una perquisizione domiciliare e nei confronti di un pregiudicato di nazionalità rumena, domiciliato nel centro storico del capoluogo che, alla luce delle indagini svolte, si riteneva potesse detenere della refurtiva in quantità notevole, provento di furti perpetrati all’interno di alcune abitazioni rurali e/o cantieri del nisseno.

I sospetti si sono rivelati fondati ed infatti, nel seminterrato dell’abitazione, venivano rinvenuti numerosi bidoni in plastica contenenti carburante per trazione agricolo-industriale oltre ad attrezzi vari (smerigliatrici, trapani, motoseghe, etc), frutto di una ripetuta serie di furti in aree rurali.

La perquisizione, estesa anche all’auto del soggetto, consentiva di rinvenire ulteriori sei bidoni in plastica da 10 e 18 lt cadauno, pieni di carburante per trazione agricolo/industriale.

Il peso complessivo del gasolio rinvenuto ammonta a circa 320 litri.

Proprio a seguito di una ripetuta serie di furti in aree rurali, i servizi preventivi e le indagini si sono fatte più serrate, pervenendo all’individuazione del ricettatore, B.C. di 45 anni, che veniva deferito per il reato di ricettazione alla Procura della Repubblica di Caltanissetta.

I cittadini che sono state vittime di furti, nei prossimi giorni, potranno recarsi presso la stazione carabinieri più vicina o direttamente a Caltanissetta, presso la caserma “G. Guccione”, sita in Viale Regina Margherita n. 50, dove potranno visionare le foto o gli oggetti sequestrati, esibendo copia della denuncia, non escludendo di poter così riconoscere quello di loro proprietà.

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.