Bari, spaccio di droga: sgominato clan nel nord provincia

Carabinieri_BariBari, 20 feb – Riusciva a movimentare un volume d’affari giornaliero stimato in diverse migliaia di euro, grazie alla ‘gestione’ delle più fiorenti piazze di spaccio in alcuni comuni del nord della provincia, l’organizzazione smantellata questa mattina all’alba dai Carabinieri del Comando Provinciale di Bari. Il gruppo, che disponeva di armi da fuoco, si sarebbe reso protagonista anche di un sequestro di persona.

Il blitz è scattato tra Bitonto, Noicattaro, San Severo (Foggia) e Voghera (Pavia). Una settantina di militari, con il supporto di un elicottero e del fiuto dei cani antidroga, hanno eseguito sette provvedimenti restrittivi emessi dal gip del Tribunale barese, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia.

I fermi scaturiscono da un’indagine svolta dalla Compagnia di Molfetta, avviata nell’agosto del 2015 e condotta attraverso intercettazioni e appostamenti. Il gruppo sgominato, che avrebbe avuto il proprio centro operativo a Bitonto, secondo gli inquirenti faceva capo alla famiglia dei Modugno che rientra nell’area d’influenza del potente clan Strisciuglio di Bari.

Nell’indagine sono stati delineati i vari ruoli rivestiti dagli indagati, individuandone promotori, organizzatori e coloro che erano incaricati di detenere e cedere le varie partite di stupefacente e di provvedere al recupero dei proventi. Considerevoli i quantitativi di cocaina e marijuana approvvigionati nell’hinterland del capoluogo regionale.

L’inchiesta ha inoltre evidenziato come tre esponenti della banda, con l’uso di armi, abbiano prelevato e trattenuto un pregiudicato bitontino, al fine di ottenere un corrispettivo in denaro per la sua liberazione. Scopo del sequestro, affermare il predominio nell’area.

Nel corso dell’indagine è stato arrestato, su ordine della magistratura, anche il presunto capo clan Cosimo Modugno, ritenuto dagli inquirenti responsabile di un sequestro di persona ai danni di un commerciante. Durante l’indagine sono stati anche fermati, in flagranza, 3 pusher, sequestrati cospicui quantitativi di stupefacente e una pistola di fabbricazione straniera.(AdnKronos)

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.