Agrigento, truffe online: sgominata banda a Licata. Denunce da diverse parti d’Italia

Auto_carabinieriAgrigento, 8 giu – Una persona arrestata, tre sottoposte all’obbligo di dimora e altrettante all’obbligo di presentazione alla Polizia giudiziaria. È il bilancio di un’operazione eseguita dai Carabinieri di Licata e del Nucleo Operativo e Radiomobile che ha permesso di fare luce su un giro di truffe on line.

Le indagini, avviate nel 2016 dopo una serie di denunce presentate in diverse parti d’Italia per truffe sul web, hanno permesso di identificare un gruppo di giovani che, utilizzando note piattaforme on-line, inserivano delle offerte vantaggiose e, dopo aver ottenuto la caparra, solitamente per cifre non superiori a 500 euro versate con bonifico on line su carta prepagata, facevano perdere le loro tracce.

Complessivamente sono state 33 le denunce analizzate dai Carabinieri di Licata che hanno consentito di risalire agli odierni indagati. Attraverso tabulati telefonici, intercettazioni, perquisizioni e sequestri gli investigatori dell’Arma sono riusciti a sgominare l’organizzazione, a capo della quale, secondo le accuse, c’era un 35enne, finito ai domiciliari.

Tutti e sette gli indagati dovranno rispondere di associazione per delinquere finalizzata alle truffe on line. Per un 40enne, un 29enne e un 26enne è scattato l’obbligo di dimora, mentre un 47enne, un 24enne e un 40enne sono stati sottoposti all’obbligo di presentazione alla Polizia giudiziaria.

Tutti sono di Licata. Le misure cautelari sono state emesse dal gip di Agrigento su richiesta della locale Procura.(AdnKronos)

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.