Alluvione Genova, Esercito in azione. Forestale controlla corsi d’acqua

esercito-alluvioneRoma, 11 ott – Sono giunti in mattinata, nel Capoluogo ligure, uomini e mezzi del 2° Reggimento Genio Pontieri di Piacenza per iniziare le attività in soccorso della popolazione e hanno stabilito la base operativa presso la Caserma dei Carabinieri Vittorio Emanuele dove sono stati immediatamente ospitati in attesa di essere impiegati nelle zone d’intervento che saranno indicate dalla Prefettura.

La richiesta di schieramento a Genova è pervenuta alla Difesa alle 19:00 di ieri, ed è stato inviato un plotone dell’esercito dotato di mezzi tattici per il trasporto del personale, dotazioni speciali idonee al ripristino della viabilità e altre attrezzature tra cui gruppi elettrogeni, motopompe idrovore e torri di illuminazione campali. Le attività dei nuclei dell’Esercito sono coordinate con la Prefettura di Genova e la Presidenza della Regione attraverso personale di collegamento della Forza Armata schierato dalla giornata di ieri.

Oltre al personale e ai mezzi finora richiesti dalla Prefettura, la Forza Armata ha reso disponibile un complesso di capacità operative e tra queste: il reggimento genio pontieri di Piacenza, il reggimento di artiglieria da montagna di Fossato ed elicotteri. L’Esercito fornirà ogni concorso necessario di uomini e mezzi tenendo informati i competenti organi dello Stato Maggiore della Difesa.

I mezzi e le professionalità dell’Esercito sono una capacità duale in grado d’intervenire, in ogni momento, in tutto il territorio italiano a supporto della comunità nazionale come dimostrato durante le emergenze e le calamità naturali che hanno colpito il Paese nel corso degli ultimi anni. Sul territorio sono omogeneamente distribuiti 12 reggimenti genio che esprimono delle capacità non solamente operative ma anche di protezione civile.

Forestale: domenica temporali con forti piogge fino alla giornata di lunedì

Il personale del Corpo forestale dello Statoè impegnato nell’area di levante della provincia di Genova tra i comuni di Tigullio e Val Fontanabuona dove sta prestando particolare attenzione nel monitoraggio dei corsi d’acqua a seguito delle forti precipitazioni notturne. Permane invece l’emergenza nelle aree delle valli di Trebbia e Scrivia dove tuttora opera la maggior parte del personale.

Nel capoluogo genovese, i Forestali provenienti dalle provincie di Genova, Imperia e Savona, con l’ausilio di autobotti e attrezzature idonee, sono impegnati a liberare i locali allagati da acqua e fango.

In Val Trebbia , Val Brevenna , Val Fontanabuona e zona Tigullio sono operative 5 pattuglie, mentre in comune di Torriglia, nelle frazioni di Chiappe e Candini, una pattuglia sta collaborando all’evacuazione di circa 30 persone le cui abitazioni sono minacciate da un evento franoso.

L’analisi dei modelli meteo previsionali emessi dalla regione Liguria evidenziano per la giornata di domenica temporali su gran parte della regione con forti piogge fino alla giornata di lunedì, di conseguenza il Corpo forestale dello Stato sta predisponendo possibili rinforzi di personale da impiegare in soccorso della cittadinanza colpita.

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.