Difesa, Cocer Aeronautica e Guardia di Finanza: critiche a Cantoni per “inusuale rigidità” in Commissione

commissione_difesa“Remore sulla opportunità di future partecipazioni”. Roma, 12 feb. – “Nel pomeriggio del giorno 10 febbraio si è svolta presso la IV Commissione Difesa del Senato, l’audizione dei Consigli di Rappresentanza dell’Esercito, della Marina, dell’Aeronautica, dei Carabinieri e della Guardia di Finanza sullo scottante tema della condizione militare. Nell’esprimere la più profonda delusione per i toni e l’approccio che ha caratterizzato lo svolgersi dell’audizione, si evidenzia come la trattazione è stata connotata da una inusuale rigidità tale da privare più di taluno degli intervenuti della facoltà di proporre domande o osservazioni circa temi rilevanti che vanno dal risarcimento dei familiari del personale vittima dell’amianto al mancato avvio della previdenza complementare, riordino, riallineamento ed altro”. Lo afferma, in una nota, il Cocer dell’Aeronautica Militare. “Le esposizioni dei delegati sono state oggetto, a più riprese, di critiche aspre senza diritto di replica, tanto che la formale pretesa di rettificare talune dichiarazioni, unitamente alla constatata impossibilità di argomentare posizioni apertamente avversate, ha portato addirittura a porre dei veti politici sulla futura presenza in commissione di qualche delegato Cocer, che avendo constatato l’impossibilità di un dialogo, ha abbandonato l’aula per protesta”. “Sebbene la tentazione di abbandonare l’aula del Senato abbia investito gran parte dei delegati Cocer presenti, la successiva presenza ha costituito solo l’occasione per constatare come l’atteggiamento politico abbia mostrato la più assoluta distanza verso i problemi che investono il personale delle forze armate e delle forze di polizia interessate, e del quale, la mancanza di apertura al dialogo ne ha costituito solo la più evidente delle espressioni. Alla luce degli accadimenti, nel ringraziare la commissione difesa del senato per il tempo dedicato al Cocer, si evidenziano forti dubbi circa l’utilità di audizioni di tal fatta, al punto di esprimere remore sulla opportunità di future partecipazioni, ove previste”.
 
Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.