Mondiali militari, italiani campioni incontrastati del nuoto. Altre tre medaglie d’oro, un argento ed un bronzo

rio-militari-nuotoRio de Janeiro, 20 lug. – I militari italiani si sono confermati i campioni incontrastati del nuoto ai Giochi Mondiali Militari in corso a Rio de Janeiro. Il carabiniere Cesare Sciocchetti ha conquistato la medaglia d’oro nei 200 metri stile libero; medaglia d’oro anche nella staffetta maschile 4×200 composta dal caporal maggiore Niccolò Beni, carabiniere Cesare Sciocchetti e dai finanzieri Andrea Busato e Francesco Donin. Medaglia d’argento nei 200 metri stile libero per il caporal maggiore Martina Demenne (già medaglia d’oro negli 800 metri stile libero). Il carabiniere Luca Simoncelli ha conquistando la medaglia d’oro nel fioretto maschile eliminando l’avversario coreano Yun Heo. Medaglia di bronzo, sempre nel fioretto, per l’aviere scelto Alessio Foconi. Belle notizie arrivano anche dall’atletica dove il finanziere Leonardo Capotosti ha vinto la batteria nei 400 ostacoli qualificandosi per la finale di domani. Il carabiniere Nicola Ciotti ed il finanziere scelto Andrea Bettinelli, saltando rispettivamente 2,08 metri e 2,11 metri, si sono qualificati per la finale di salto in alto.
L’aviere Emanuele Di Gregorio si è qualificato per le semifinali nei 100 metri con un tempo di 10”47. La nazionale militare femminile di beach volley ha superato gli Stati Uniti con il punteggio di 2-0. L’aviere scelto Marta Menegatti e la collega Greta Cicolani si sono ancora una volta imposte sulle avversarie ottenendo la seconda vittoria dopo quella di ieri contro il Brasile 2. Grande prova di carattere della nazionale militare di basket che ha superato il Qatar con il punteggio di 85 a 80; il 1° aviere Roberto Prandin è stato il miglior realizzatore. La nazionale militare di vela si trova, dopo sei regate, sempre al comando della classifica. Non è invece andata bene alla nazionale militare di pallavolo che ha perso 3 set a 1 contro le tedesche. L’ottima prestazione delle nostre ragazze non è stata sufficiente per avere la meglio sulla Germania. Nel pugilato, il caporale Alessio Di Savino (categoria 60 kg.) è stato eliminato dall’algerino Chadi Abdelkader. Attualmente l’Italia è sempre terza nel medagliere, dietro Cina e Brasile, con ben 5 medaglie d’oro, 5 d’argento e 9 di bronzo. (Adnkronos)

{nicedonate:http://www.grnet.it/donpay.gif||}
Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.