Afghanistan: (Times) servizi italiani avrebbero pagato talebani per evitare attacchi

larussa7Ministero Difesa ribatte: “Spazzatura”. Roma, 15 ott. – I servizi segreti italiani avrebbero pagato le milizie talebane per mantenere calma la regione afgana di Sarobi e utilizzato una tattica simile anche a Herat : è quanto pubblica il quotidiano britannico The Times citando fonti militari della Nato; secca la smentita del Ministero della Difesa italiano.

Secondo il Times le forze francesi, che subentrarono nel 2008 a quelle italiane dispiegate a Sarobi, non vennero informate dei pagamenti e di conseguenza sottovalutarono la situazione nella regione e non presero le dovute precauzioni subendo numerosi attacchi fra cui l’agguato in cui los corso anno persero la vita dieci paracadutisti.

Stando al Times i servizi statunitensi erano al corrente della pratica grazie ad intercettazioni telefoniche e già nel giugno del 2008 l’ambasciatore a Roma protestò con il governo: “Non si può essere eccessivamente dottrinari su tali questioni: può avere senso comprare gruppi locali e tenere basso il livello della violenza con metodi non violenti, ma è follia farlo e non informare i propri alleati”, conclude una fonte.

Dopo l’agguato l’esercito francese venne aspramente criticato per la mancanza di preparazione: le fonti sostengono che le truppe francesi pensavano di trovarsi in una zona pacificata, portata ad esempio del successo della ricostruzione.

afghanistan5Ad effettuare i pagamenti – decine di migliaia di dollari destinati ai comandanti locali – sarebbero stati i servizi segreti e non l’esercito italiano: “Gli italiani non hanno mai ammesso la cosa, sebbene esistessero delle intercettazioni telefoniche in merito alla questione, e il risultato è stata la protesta, mai resa pubblica perché avrebbe causato un incubo diplomatico”, secondo le fonti.

Dura la reazione del ministro della Difesa Ignazio la Russa: “Ribadisco che le informazioni date dal ‘Times’, sono spazzatura e come tale vanno da noi considerate. Ho dato incarico, dopo aver parlato con vertici militari, al mio capo di gabinetto di procedere ad affidare ai legali il compito di denunciare il ‘Times’. Vedremo chi ha la potestà, se il ministro o il Governo”.

A spiegare il diverso atteggiamento nei confronti degli italiani, secondo il Ministro, è “il comportamento dei nostri militari, ben diverso rispetto a quello degli altri contingenti: hanno sempre manifestato vicinanza umana alla gente e ne vengono ricambiati”.Aggiungi un commento

 

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.