Militare accusato di aver rivelato il piano di volo di Renzi: il tribunale conferma, nessun reato

Napoli, 14 dic – Era attesa per oggi la sentenza del tribunale militare di Napoli nel processo che vedeva imputato il militare in servizio presso il Distaccamento Aeroportuale A.M. di Brindisi il quale, secondo l’accusa, il giorno 2.3.2015, impiegato come operatore “postazione radar APP”, avrebbe rivelavato a “terzi non identificati”, notizie concernenti il piano di volo di un aeromobile militare del 31° Stormo di Ciampino impegnato nel trasporto del Presidente del Consiglio dei Ministri, Matteo Renzi.

In aula, lo scorso 30 novembre, il difensore del militare – avvocato Giorgio Carta – si era opposto alla tesi dell’accusa, affermando che – ammesso e non concesso che il militare imputato avesse effettivamente divulgato il piano di volo dell’elicottero che trasportava l’allora Presidente del Consiglio – il fatto non sarebbe vietato da alcuna norma, anzi, più precisamente, nessuna norma prevede una classifica di segretezza o riservatezza per i piani di volo in questione.

Il processo era stato quindi aggiornato alla data di oggi, proprio per verificare l’assunto difensivo dell’avvocato Carta.

Il tribunale ha quindi deciso di assolvere il militare dalle accuse perchè “il fatto non sussiste”. La sentenza è stata emessa ex articolo 129 cpp per manifesta infondadezza dell’accusa.

In sostanza i piani di volo del velivolo che trasportava l’ex presidente del Consiglio Matteo Renzi, non sono “classificati”, quindi non vi è stata alcuna violazione di segreto.

Sommario
Militare accusato di aver rivelato il piano di volo di Renzi: il tribunale conferma, nessun reato
Article Name
Militare accusato di aver rivelato il piano di volo di Renzi: il tribunale conferma, nessun reato
Author
Publisher Name
GrNet.it
Publisher Logo
Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.