Mafia: PM Di Matteo, il ROS non catturò Provenzano per rispettare il patto della trattativa

"Mori e Subranni non sono corrotti, collusi o mafiosi ma preoccupati di fare rispettare l'accordo"

Palermo, 26 gen – Il boss di Cosa nostra Bernardo Provenzano «non poteva essere catturato perché l’eventualità di una sua collaborazione avrebbe scoperto le carte sparigliato gli accordi e comportato per i Carabinieri del Ros la possibilità che il loro comportamento sciagurato e illecito venisse scoperto dall’autorità giudiziaria e dall’opinione pubblica».

Lo ha detto il pm Nino Di Matteo, nel corso della sua requisitoria, tornando a parlare della mancata cattura del capomafia di Corleone nel 1995 a Mezzojuso, nel palermitano. Una vicenda per la quale il generale Mario Mori e il colonnello Mauro Obinu sono stati assolti in via definitiva.

Mori è adesso sotto processo per la trattativa tra Stato e mafia con l’accusa di minaccia a corpo politico dello Stato.

«Questo era il motivo per il quale non poteva essere arrestato Bernardo Provenzano – dice ancora Di Matteo – il motivo per cui Mario Mori e Antonio Subranni, ai vertici del Ros, non potevano e non dovevano e non hanno voluto catturare Provenzano. Non perché potenzialmente corrotti, o intimiditi, o pregiudizialmente collusi con la mafia, ma perché preoccupati di rispettare il patto con l’ala moderata di Cosa nostra e di garantire la perpetuazione della segretezza di quell’accordo».

«E’vero – ha detto Di Matteo – che il generale Mario Mori è stato assolto in via definitiva dall’accusa di favoreggiamento» per la mancata cattura di Bernardo Provenzano «però dobbiamo tenere presente che quella sentenza assolutoria venne pronunciata con una formula ben precisa: non perché i fatti contestati siano statai ritenuti non provati, ma perché il fatto non costituisce reato».(AdnKronos)

Sommario
Mafia: PM Di Matteo, il ROS non catturò Provenzano per rispettare il patto della trattativa
Article Name
Mafia: PM Di Matteo, il ROS non catturò Provenzano per rispettare il patto della trattativa
Descrizione
"Mori e Subranni non sono corrotti, collusi o mafiosi ma preoccupati di fare rispettare l'accordo"
Author
Publisher Name
GrNet.it
Publisher Logo
Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.