Aspettativa per motivi privati negata a carabiniere. La Difesa paga 10.000 euro di risarcimento

carabinieri-chiusura-casermeRoma, 3 dic – Il ricorrente, un Luogotenente dell’Arma dei Carabinieri, impugna il decreto del ministero della Difesa, che gli ha negato la collocazione in aspettativa non retribuita, per motivi privati, al fine di poter assumere l’incarico di collaboratore del sindaco di Catanzaro per l’ausilio nello svolgimento delle funzioni in materia di incolumità pubblica e sicurezza urbana conferite ai comuni dal c.d. “pacchetto sicurezza” (legge n. 125 del 2008).

Il Ministero della difesa, difatti, dopo avere affermato l’esclusiva competenza a decidere in capo al Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Catanzaro, da cui il militare dipende funzionalmente – e nonostante il nulla osta da questi formalmente espresso in data 31.10.2008 – si è limitato a respingere la domanda, evidenziando che, ai sensi dell’art. 12 della legge n. 599 del 1954, il sottufficiale non può esercitare incarichi incompatibili con l’adempimento dei suoi doveri.

Il militare a questo punto cita il ministero della Difesa chiedendone la condanna al risarcimento dei danni derivanti dal fatto che, per assumere l’incarico propostogli, egli si è dovuto porre anzi tempo in quiescenza.

I giudici amministrativi nella pdf sentenza affermano che la motivazione posta a sostegno del diniego dal ministero della Difesa “è del tutto apparente, limitandosi essa a rimarcare l’obbligo del militare di non assumere incarichi incompatibili con l’adempimento dei doveri d’istituto. Viceversa, la domanda di aspettativa non retribuita avanzata dal dipendente è funzionale proprio a superare l’applicazione del divieto, attesa la temporanea sottrazione all’obbligo di adempiere i predetti doveri che ne deriva, in caso di accoglimento dell’istanza“.

I giudici hanno quindi condannato il ministero della Difesa al pagamento della somma di euro diecimila in favore del ricorrente ed, inoltre, al pagamento delle spese processuali in favore del ricorrente.

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.