Stragi terroristiche: la Difesa consegna 33mila documenti declassificati all’Archivio di Stato

strage-bolognaRoma, 7 mag – In applicazione della direttiva del presidente del Consiglio dello scorso 22 aprile 2014 che dispone la declassificazione degli atti relativi ai fatti di Ustica, Peteano, Italicus, Piazza Fontana, Piazza della Loggia, Gioia Tauro, stazione di Bologna e rapido 904, il Ministero della Difesa sta procedendo con celerità al versamento di tali documenti.

Ad oggi – attraverso un meticoloso processo di ricerca di fascicoli in custodia negli archivi delle Forze armate, dell’Arma dei Carabinieri, del Segretariato Generale della Difesa e di tutte le articolazioni del Ministero – sono stati versati circa 33.000 documenti; la maggior parte proviene dagli archivi dell’Arma dei carabinieri e dell’Aeronautica e riguardano, principalmente, gli eventi di Peteano e Ustica.

L’attività di versamento dovrebbe concludersi entro il mese di giugno.

È opportuno sottolineare che una parte dei documenti appartenenti agli archivi del Dicastero sono nella disponibilità dell’Autorità Giudiziaria. Il Ministero della Difesa, così come le altre amministrazioni dello Stato, sta versando i documenti in suo possesso al fine di dare un contributo importante alla memoria storica del Paese.

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.