Sicurezza e Difesa, limiti di altezza. Metà dei prossimi arruolati selezionati con nuovi criteri

2-giugno-carabinieriRoma, 16 ott – «Il regolamento d’ attuazione della nuova legge che abolisce i limiti di altezza per l’accesso alle Forze Armate ed alle Forze dell’ordine arrivato alle competenti Commissioni di Camera e Difesa lo scorso 29 settembre ieri ha compiuto un altro passo prima dell’ approvazione definitiva con il Si dei Senatori.

Lo afferma Domenico Rossi, Sottosegretario alla Difesa.

«Ora manca unicamente l’esame conclusivo da parte del Consiglio dei Ministri e poi l’emanazione su Gazzetta Ufficiale. Sull’eventuale applicabilità della nuova disciplina ai concorsi di prossima indizione – aggiunge l’esponente di Governo – lo schema di decreto potrebbe essere pubblicato nella Gazzetta Ufficiale intorno alla metà di novembre. In ragione di ciò, i bandi per le accademie ufficiali e marescialli -previsti per la fine dell’anno corrente e per l’inizio del 2016 rientreranno sicuramente nella nuova disciplina».

«Per quanto concerne, invece, il reclutamento dei volontari in ferma prefissata, occorre fare delle distinzioni – dice ancora Rossi – quello dell’Esercito avviene in quattro blocchi distinti, per un totale di circa 7000 unità. Al primo di essi si applicherà verosimilmente ancora la vecchia disciplina, mentre quanto previsto dal nuovo regolamento sarà certamente applicato ai tre successivi. Il reclutamento dei volontari della Marina militare, che avviene con bando unico, non potrà che rientrare invece integralmente nell’ambito di applicazione della vecchia normativa; per contro, si sta cercando di emanare i futuri bandi dell’Aeronautica militare nell’alveo della nuova disciplina».

«Su un totale di circa 8/9.000 posizioni per i volontari – conclude il Sottosegretario – circa la metà potrà pertanto essere selezionata in base ai nuovi criteri».

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.