Militare scompare da Treviso, ma avrebbe preso un volo per il Brasile

walter-nistcoRoma, 13 mar – Il militare 23enne militare di Catanzaro Walter Nisticò ha fatto preoccupare un po’ tutti, principalmente la famiglia per la mancanza di sue notizie.

Da giorni ormai non si avevano più notizie, precisamente dal tardo pomeriggio di domenica – precisa TrevisoToday.it – quando il padre lo ha sentito per l’ultima volta mentre diceva di trovarsi in un centro commerciale di Mestre con alcuni amici. Da quel momento il nulla, fino alla chiamata dei Lagunari che informava la famiglia del mancato arrivo del figlio alla caserma Matter.

Walter Nisticò aveva preso il volo da Lamezia Terme era arrivato a Treviso per raggiungere i propri commilitoni a Mestre, dopo un periodo di prova non andato a buon fine con i parà della Folgore di Pisa. Una mancata selezione che aveva rattristato molto il ragazzo, fin da piccolo desideroso di entrare in uno dei corpi più ambiti e conosciuti dell’Esercito Italiano, tanto che probabilmente proprio per questo motivo ha deciso di prendersi qualche giorno di “ferie extra” per raggiungere Rio de Janeiro in Brasile.

Secondo infatti le ricostruzioni dei carabinieri, come riporta “La Nuova”, il giovane avrebbe acquistato un biglietto per il Sud America all’aeroporto di Treviso per poi prendere un volo e recarsi oltreoceano senza informare nessuno del fatto. Il problema però, oltre al fatto di aver preoccupato la famiglia per la mancanza di sue notizie, è che non si sia presentato in caserma, situazione che comporta la punibilità per “mancato rientro” entro le 48 ore, mentre oltre questo termine si parla già di reato di diserzione secondo il Codice Penale Militare. In ogni caso le forze dell’ordine brasiliane e il consolato italiano a Rio sono già stati allertati, nella speranza che il 23enne possa essere ritrovato sano e salvo convincendolo a ritornare in Italia.

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.