ISIS, Ucraina e Russia: a Roma la NATO studia la “guerra ibrida”

conferenza-natoRoma, 28 apr – Sulla scia delle dichiarazioni riportate in occasione del NATO Summit in Galles del 2014, quali la minaccia e guerra ibrida che vede il comportamento aggressivo della Russia verso le pianure dell’Europa orientale, il NATO Defense College organizza un convegno, domani 29 aprile, suddiviso in due giornate e destinato alla comprensione e alla conoscenza di questa recente situazione internazionale dal titolo: “Nato and New Ways of Warfare: Defeating the Hybrid Threat“.

Obiettivo dell’evento sarà chiarire le grandi dinamiche politiche e militari del sistema internazionale, ponendo le basi per affrontare efficacemente le sfide specifiche poste dalle minacce di guerra ibrida, i recenti eventi in Ucraina e l’ascesa dell’ISIS.

La capacità di saper annoverare e rispondere a questo nuovo tipo di guerra composto di elementi regolari, irregolari, e criminali che operano attraverso spazi reali e virtuali sarà essenziale per salvaguardare la pace e la sicurezza nell’area euro-atlantica.

All’evento parteciperanno conferenzieri e personaggi di altissimo rango a livello internazionale tra cui: il Generale Knud Bartels, presidente del Comitato Militare della NATO; il Generale Frank Gorenc, comandante del NATO Allied Air Command.

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.