Difesa, Pinotti: 25° anniversario dall’accordo di pace in Mozambico grazie al modello italiano

Roma, 4 ott – «Oggi, nel 25° anniversario della firma dell’Accordo generale di pace per il Mozambico, siglato grazie al determinante contributo della Comunità di Sant’Egidio, possiamo affermare che quella pace è diventato un modello italiano poi replicato in diverse missioni internazionali», così il Ministro della Difesa Roberta Pinotti ha commentato l’anniversario dell’accordo, firmato il 4 ottobre del 1992 a Roma (in apertura foto di repertorio, ndr) che mise fine al conflitto dopo 17 anni di guerra civile.

«La pace in Mozambico – ha aggiunto – è stata costruita proprio a Roma nella sede della Comunità di Sant’Egidio, grazie ad un dialogo interreligioso e inclusivo e al lavoro delle Nazioni Unite. A seguito dell’accordo, furono oltre 1.000 i militari italiani che parteciparono all’Operazione ONUMOZ (United Nations Operations in Mozambique) con lo scopo di favorire il processo di pacificazione» – missione approvata dal consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite il 16 dicembre del 1992.

La componente militare della missione, a cui l’Italia partecipò inviando inizialmente la brigata alpina “Taurinense”, tra cui l’allora Tenente Colonnello Claudio Graziano, oggi Capo di Stato Maggiore della Difesa, ricevette il mandato di monitorare e verificare il cessate il fuoco, di separare le forze contrapposte e di raccogliere e distruggere le armi. Inoltre, ebbe il compito di completare il ripiegamento fuori dei confini delle forze militari straniere e dei gruppi armati irregolari e di fornire sicurezza alle attività svolte dalle Nazioni Unite e dalle altre organizzazioni internazionali a sostegno del processo di pace.

«Un modello italiano che, grazie alla collaborazione di attori istituzionali e non, è stato ripetuto in altri scenari conflittuali in Africa, nei Balcani, un esempio su tutti sono l’Albania e il Kosovo» prosegue Pinotti.

«I soldati italiani hanno contribuito alla nascita della “generazione della pace”, i cittadini del Mozambico nati dopo gli accordi del ’92 e allo sviluppo economico del Paese avvenuto dopo la fine del conflitto. L’Italia è orgogliosa del loro lavoro che continuano a svolgere tutt’ora nelle diverse aree di crisi nel mondo», ha concluso il Ministro.

Per l’Italia, dopo la missione in Libano del 1982, fu una delle prime operazioni all’estero e segnò l’inizio di 25 anni di impegno internazionale della Difesa contribuendo alla trasformazione delle Forze armate con il passaggio dalla leva al servizio militare professionale di oggi.

Sommario
Difesa, Pinotti: 25° anniversario dall’accordo di pace in Mozambico grazie al modello italiano
Article Name
Difesa, Pinotti: 25° anniversario dall’accordo di pace in Mozambico grazie al modello italiano
Author
Publisher Name
GrNet.it
Publisher Logo
Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.