Afghanistan: pattuglia italiana salva 4 militari afghani attaccati

militari-afghanistan12Herat (Afghanistan), 24 set. – Una pattuglia di militari italiani della Task-Force South è intervenuta in soccorso e a sostegno di un’unità dell’esercito afghano che era attaccata da un gruppo di insorti nella provincia di Farah, nell’area ovest dl Paese affidata al contingente italiano. La pattuglia della Task Force South – costituita da alpini del 9° reggimento, bersaglieri dell’8° e genieri del 32°- ha così tratto in salvo quattro militari del sesto kandak (battaglione) dell’esercito afghano che erano rimasti feriti nel corso di uno scontro a fuoco avvenuto ieri pomeriggio a Shewan, nella provincia meridionale di Farah. Il plotone del kandak appartenente alla 2ª brigata di Farah era stato attaccato con armi da fuoco da un gruppo di insorti mentre era in movimento nella zona di Shewan, riportando quattro feriti, alcuni dei quali apparsi in condizioni gravi.

I militari afghani hanno risposto al fuoco e contemporaneamente hanno richiesto rinforzi tramite la sala operativa che coordina le attività delle forze di sicurezza afghane con quelle dell’Isaf. E’ così intervenuta una pattuglia italiana che operava nelle vicinanze – dove peraltro era stato segnalato un ordigno esplosivo improvvisato – che ha coordinato il passaggio a bassa quota di due velivoli di Isaf per disperdere gli insorti e, per poi predisporre un’area sicura dove il team medico militare al seguito della pattuglia ha assistito i feriti, facendo evacuare i due più gravi in elicottero nell’ospedale da campo statunitense di Farah, mentre l’unità afghana rientrava alla propria base. Le operazioni militari nella regione occidentale dell’Afghanistan, dove è schierato il contingente internazionale “Taurinense” comandato dal generale di brigata Dario Ranieri, sono attualmente pianificate e condotte dalle unità del 207° Corpo d’armata dell’esercito afghano, le quali sono accompagnate dai MAT (Military Advisor Team) del Regional Command West di Isaf a guida italiana e operano con il sostegno delle Task Force schierate a Farah (su base 9° reggimento Alpini), Shindand (3° Alpini), Bakwa (2° Alpini) e Qala-e-Naw (paracadutisti spagnoli della brigata Almogavares VI). (AGI)

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.