Protezione basi missilistiche USA: l’Air Force sceglie l’elicottero MH-139 di Leonardo

Il programma MH-139, offerto da Boeing in qualità di prime contractor, ha un valore di circa 2,4 miliardi di dollari e prevede fino a 84 elicotteri, sistemi di addestramento e supporto logistico con ingresso in servizio a partire dal 2021

ROMA – La U.S. Air Force (USAF) ha scelto l’elicottero MH-139, basato sull’AW139 di Leonardo e offerto da Boeing in qualità di prime contractor, per la sostituzione della flotta di UH-1N “Huey”. Il programma ha un valore di circa 2,4 miliardi di dollari e comprende fino a 84 elicotteri, sistemi di addestramento e il relativo equipaggiamento per il supporto logistico.

Gli elicotteri saranno destinati alla protezione delle basi dei missili balistici intercontinentali e al trasporto di personale governativo e delle forze speciali USA, con l’ingresso in servizio dei primi elicotteri atteso a partire dal 2021.

Alessandro Profumo, Amministratore Delegato di Leonardo, ha dichiarato: «Questo straordinario risultato è per noi motivo di grande orgoglio. Clienti di primaria importanza continuano a fare affidamento su Leonardo, perché capace di rispondere ai loro più esigenti requisiti. E questo è confermato anche per lo svolgimento di missioni critiche, come la protezione di aree sensibili o per il trasporto di personale governativo e operazioni speciali. La scelta dell’MH-139 riconosce, inoltre, in Leonardo un partner forte, affidabile e in grado di assicurare un contributo industriale solido e costante negli USA dove abbiamo diverse attività produttive».

L’AW139 di Leonardo, alla base dell’MH-139, è leader di mercato e prodotto moderno, collaudato, multiruolo e già in servizio in vari Paesi con comprovate capacità nella protezione di infrastrutture critiche e per il trasporto di personale militare e governativo.

Gian Piero Cutillo, responsabile della divisione elicotteri, ha dichiarato: «La scelta fatta dalla U.S. Air Force è un forte riconoscimento della qualità e della competitività del nostro prodotto, punto di riferimento per il mercato mondiale, per soddisfare tutti i requisiti operativi anche dei clienti più esigenti».

L’MH-139 ha superato le aspettative della forza aerea americana in termini di velocità, carico, raggio d’azione, armamento e capacità di sopravvivenza. Questo modello presenta un design moderno e consente risparmi per 1 miliardo di dollari in termini di acquisizione e di costi operativi lungo il suo intero ciclo di vita. L’elicottero viene assemblato presso lo stabilimento Leonardo nell’area nordest di Philadelphia, mentre ulteriori componenti saranno integrati da Boeing nel suo stabilimento di Ridley Township, sempre in Pennsylvania.

William Hunt, Responsabile dello stabilimento Leonardo di Philadelphia, ha commentato: «Siamo lieti che la U.S. Air Force abbia scelto l’offerta presentata attraverso questa partnership che porterà alla fornitura dei nuovi MH-139 costruiti qui a Philadelphia. La nostra forza aerea merita i migliori equipaggiamenti e l’MH-139 è l’elicottero giusto per queste missioni. Siamo pronti a lavorare con Boeing e siamo impegnati a far fronte alle sue aspettative, a quelle del Governo e dei contribuenti americani. Leonardo ha fatto investimenti per oltre 120 milioni di dollari in questo stabilimento e siamo quindi pronti a dare esecuzione del contratto».

L’AW139 è il programma elicotteristico di maggior successo negli ultimi 15 anni ed ha stabilito nuovi standard grazie alla sua tecnologia avanzata, le elevate prestazioni e le straordinarie doti di affidabilità, sicurezza, flessibilità e spazio in cabina. L’AW139 è l’ideale per operare in condizioni ambientali e meteo difficili. L’avionica moderna riduce il carico di lavoro dell’equipaggio permettendo al pilota di concentrarsi sulla missione. Con oltre 270 clienti nel mondo tra governi, forze armate e utilizzatori privati e ordini fino ad oggi per quasi 1.100 esemplari, l’AW139 si conferma l’elicottero più venduto nella sua categoria. Gli oltre 900 elicotteri di questo tipo oggi in servizio hanno accumulato più di due milioni di ore di volo. Lo stabilimento Leonardo di Philadelphia ha assemblato e consegnato più di 260 AW139. Questo modello è in grado di svolgere un’ampia gamma di missioni tra cui compiti governativi, eliambulanza, ricerca e soccorso, pattugliamento, ordine pubblico e trasporto. Molti degli AW139 oggi in servizio negli USA sono impiegati per compiti di polizia e compiti di pubblica utilità nel Maryland, in New Jersey and in California.

Sottosegretario Tofalo: Leonardo espressione di grande competenza dell’industria Difesa

«Quando a una Società italiana viene assegnato un contratto così importante da parte di clienti di primordine vuol dire che siamo bravi, competenti e sappiamo fare molto bene», il Sottosegretario di Stato alla Difesa Angelo Tofalo commenta così l’annuncio di Leonardo relativo alla scelta dell’elicottero MH-139 basato sull’Aw139 di Leonardo da parte della US Air Force, «Abbiamo eccellenze nazionali che tutti ci invidiamo nel settore dell’industria della Difesa che è sempre più strategico e rappresenta un importante fattore di crescita economica per il Paese – dice Tofalo – Ecco perché dobbiamo puntare a diventare protagonisti trainanti senza alcun limite geografico».

E poi aggiunge: «Se sono stati raggiunti questi risultati è anche grazie al dialogo tra politica, difesa e industria: questo è per me il Sistema Paese».

Sommario
Protezione basi missilistiche USA: l'Air Force sceglie l’elicottero MH-139 di Leonardo
Article Name
Protezione basi missilistiche USA: l'Air Force sceglie l’elicottero MH-139 di Leonardo
Descrizione
Il programma MH-139, offerto da Boeing in qualità di prime contractor, ha un valore di circa 2,4 miliardi di dollari e prevede fino a 84 elicotteri, sistemi di addestramento e supporto logistico con ingresso in servizio a partire dal 2021
Author
Publisher Name
GrNet.it
Publisher Logo
Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.