USA: Obama impone al Pentagono una nuova strategia militare. Tagli per miliardi di dollari

obama-militariIl presidente nel pomeriggio parlerà di nuovo: focus su Asia e fine delle grandi operazioni come in  Iraq ed Afghanistan. Washington, 5 gen – Barack Obama, oggi è atteso al Pentagono, da dove annuncerà, insieme al segretario della difesa, Leon Panetta, e al capo degli stati maggiori riuniti, il generale Martin Dempsey, la revisione della strategia militare degli Stati Uniti. Nel suo discorso previsto per le 10.50 (le 17.50 in Italia), il Presidente americano descriverà le modalità con cui il Paese farà fronte ai drastici tagli di bilancio a tutti i settori di spesa su cui invece non si soffermerà oggi (almeno 480 miliardi di dollari nei prossimi dieci anni, 260 nei prossimi cinque, secondo le anticipazioni).

Il documento sulla nuova strategia, a cui aveva iniziato a lavorare la scorsa primavera Robert Gates, prevede lo spostamento di attenzione della pianificazione militare verso l’Asia e l’abbandono di operazioni su larga scala come quella appena conclusa in Iraq e come quella ancora in corso dell’Afghanistan. Preve anche l’investimento in sistemi d’arma in grado di contrastare missili a lungo raggio radar sofisticati di nemici potenziali come la Cina. La riduzione delle unità dell’esercito e dei Marine, e il potenziamento di Aeronautica e Marina. Ma soprattutto, preciserà priorità chiare per i militari, secondo quanto anticipano fonti della difesa citate dal Washington Post, precisando che il documento è stato discusso anche in almeno sei incontri fra Obama e i vertici del Pentagono dallo scorso settembre. (Adnkronos)

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.