Siria: jet turchi abbattono un elicottero militare di Damasco

SIRIA-ABBATTIMENTO-ELICOTTEROAnkara, 16 set – La Turchia ha abbattuto un elicottero militare siriano che aveva violato il suo spazio aereo.

Lo ha annunciato il vice premier turco Bulent Arinc, dopo che in mattinata si era diffusa la notizia di un elicottero abbattuto dai ribelli siriani in una zona tra le province di Idlib e Latakia, sul confine con la Turchia.

A giugno del 2012, dopo che un jet militare turco è stato abbattutto dalle forze siriane nel Mediterraneo, Ankara aveva avvertito Damasco che avrebbe colpito le sue forze aeree se avesso violato il suo spazio. Stamattina i media turchi riferivano di tre jet F-16 decollati dalla basi di Diyarbakir e direttisi verso il confine per voli di ricognizione legati all’intensificarsi degli scontri tra curdi e ribelli islamici siriani.

Il vice premier Arinc, citato dal sito del quotidiano Zaman, ha spiegato che l’elicottero militare siriano aveva violato lo spazio aereo turco nei pressi di Guvecci, villaggio sul confine turco-siriano, nel distretto Yayladagi della provincia di Hatay. La violazione è avvenuta intorno alle 16 ora locale. Poco dopo, alcuni jet turchi sono partiti dalla base di Malatya, hanno raggiunto l’elicottero e lo hanno abbattuto. Secondo Arinc, il velivolo si era addentato di due chilometri in territorio turco e sarebbe stato “più volte avvertito prima di essere abbattuto dai missili sparati dai jet turchi”. Secondo alcuni terstimoni citati dal sito del quotidiano Hurriyet, il velivolo abbattuto aveva l’aria di un aereo più che di un elicottero. (Adnkronos)

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.