Norvegia: Oslo, maggior attentato in Europa dopo Madrid

attentato-osloRoma, 23 lug. – Gli attentati in Norvegia con i loro 91 morti finora accertati rappresentano il secondo maggior attacco all’Europa dall’attacco a Madrid dell’11 marzo 2004 dove morirono 192 persone. Di seguito una lista dei principali attentati avvenuti in Europa: 22 DICEMBRE 2001: Richard Reid tenta di far saltare in aria un aereo dell’American Airlines, in volo sulla rotta Miami-Parigi, con dell’esplosivo nascosto nelle scarpe. Le scarpe prendono fuoco, mettendo in allarme i passeggeri, facendo fallire l’attentato. Reid viene arrestato e nel gennaio 2003 condannato all’ergastolo;

  • 11 MARZO 2004: tre giorni prima delle elezioni spagnole, a Madrid dieci zaini carichi di esplosivo vengono fatti esplodere nell’ora di punta in quattro treni regionali nelle stazioni di Atocha El Pozo, Ti’o Raimundo, Santa Eugenia ed in un quarto treno che si trova nei pressi di via Te’llez. Muoiono 192 persone e 2.057 rimangono ferite. Nel 2007, il tribunale di Madrid condanna all’ergastolo sette terroristi di una cellula jihadista;
  • 7 LUGLIO 2005: a Londra, 4 kamikaze colpiscono il sistema di trasporto pubblico durante l’ora di punta. Gli attacchi causano 52 morti, inclusi gli attentatori, e circa 700 feriti. Gli attacchi vengono rivendicati da al Qaeda. Il 21 luglio 2005, sempre nella capitale britannica, quattro uomini tentano invano di portare a termine una seconda ondata di attacchi, colpendo 3 stazioni della metropolitana e un autobus;
  • 11 DICEMBRE 2010: il centro di Stoccolma viene scosso da due esplosioni che uccidono una persona e ne feriscono due. Il responsabile è il 29enne iracheno Taimour Abdulwahab. L’attentato viene rivendicato con un messaggio audio, in svedese e in arabo, nel quale si contesta la presenza dei militari svedesi in Afghanistan e il silenzio del Paese sulle vignette sul profeta Maometto del disegnatore svedese Lars Wiks;
  • 29 DICEMBRE 2010: in Danimarca la polizia arresta cinque persone che stavano organizzando un attentato alla sede del quotidiano Jyllands-Posten, lo stesso che pubblicò nel 2005 le vignette satiriche sul profeta Maometto;
  • 22 LUGLIO 2011: doppia strage in Norvegia: un autobomba esplode nel centro di Oslo colpendo gli uffici del governo, 7 le vittime accertate. Poco dopo nell’isola di Utoya, nel corso di un raduno di giovani laburisti, un uomo inizia a sparare all’impazzata sulla folla uccidendo 84 persone. L’uomo, arrestato, è un 32enne che si definisce cristiano fondamentalista e xenofobo, simpatizzante dell’estrema destra. (AGI)

{nicedonate:http://www.grnet.it/donpay.gif||}
Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.