La Cina accusa gli USA di ingerenza dopo la pubblicazione del rapporto su potenza militare

esercito-donne-cina2Pechino, 25 ago – La Cina ha accusato oggi gli Usa di ”ingerenza” nei suoi ”affari interni” dopo la pubblicazione dell’ annuale rapporto del Pentagono al Congresso sullo sviluppo della potenza militare cinese. Secondo il Pentagono, la Cina ”è sulla strada per avere un moderno esercito entro il 2020, una rapida crescita che è potenzialmente destabilizzante per la regione dell’Asia-Pacifico”.

Nella sua risposta, l’agenzia ufficiale Nuova Cina accusa Washington di aver ”ancora una volta sollevato la questione della minaccia cinese” e di non aver volutamente tenuto conto del ”carattere difensivo” dell’ammodernamento dell’Esercito di liberazione popolare. Nel Pacifico, la Cina ha una lunga disputa con Taiwan, l’isola di fatto indipendente che considera parte del proprio territorio. A questa si sono aggiunte negli ultimi anni quelle col Giappone, il Vietnam, le Filippine e altri Paesi del sudest asiatico sulla delimitazione delle acque territoriali nel mar della Cina meridionale. Nuova Cina rileva anche un elemento ”positivo” nel rapporto annuale del Pentagono, che ha riconosciuto un ”modesto ma significativo, aumento della trasparenza” di Pechino nell’illustrare i propri programmi militari. (ANSA)

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.