CNN: arrestato in Pakistan un bambino di 9 mesi per tentato omicidio

bambino-impronteIslamabad, Pakistan- Un bambino di appena 9 mesi è stato arrestato dalla polizia pakistana a Lahore per tentato omicidio dopo che i suoi familiari avrebbero gettato mattoni contro la polizia. La CNN riporta che, addirittura, gli sono state prese le impronte digitali.

Il calvario è iniziato a febbraio, quando diversi agenti di polizia e un ufficiale giudiziario sono andati a casa dei genitori sperando di ottenere il pagamento di una bolletta del gas , ha detto Atif Zulfikar Butt, un alto funzionario di polizia di Lahore.

Ne è scaturita una zuffa nel corso del quale il padre del bambino, uno dei suoi figli adolescenti e gli altri occupanti della casa avrebbero ferito gravemente alcuni dei funzionari, lanciando – secondo Butt – dei mattoni.

Un documento mandato in onda dalla CNN (guarda il video in calce all’articolo) riferisce di un’accusa di “lapidazione e tentato omicidio”.

Come e perché il bambino sia stato implicato non è ancora chiaro, anche se il funzionario di polizia di Lahore ha ammesso che il bambino è comparso in tribunale mercoledì scorso tenuto in braccio dal nonno.

“La polizia ha fatto un grosso errore arrestando pure un bambino innocente di 9 mesi” ha detto l’avvocato della famiglia, Irfan Tarar.

Dopo la copertura mediatica della vicenda, il primo ministro dello stato del Punjab, Shahbaz Sharif ha ordinato alla polizia di sospendere immediatamente dal servizio il funzionario pakistano colpevole di questa aberrazione.


Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.