Cina: operativo nuovo missile che potrà sfidare gli Usa nel Pacifico

Dongfeng-21DWashington, 29 dic – Un nuovo missile cinese che potrà mutare in modo significativo l’equilibrio militare nel Pacifico è operativo. E’ quanto scrive oggi il Financial Times citando l’ammiraglio Robert Willard, comandante delle forze statunitensi nel Pacifico, sottolineando che il missile balistico cinese che è designato per minacciare le portaerei americane nella regione ha raggiunto “una capacità operativa iniziale”. Questo indica che la Cina potrà sfidare la capacità degli Stati Uniti di proiettare il suo potere militare in Asia molto prima del previsto, aggiunge il Financial Times.

Gli Stati Uniti e altri paesi della regione pacifica quindi sono sembre più preoccupati dalla velocità con cui la Cina sta sviluppando il suo potere navale. “Ora così sappiamo che il missile balistico anti-nave cinese non è piu’ un semplice desiderio”, ha affermato Andrew Erickson, esperto di cose militari cinesi, commentando le dichiarazioni dell’ammiraglio Willard. Gli analisti militari hanno definito il Dongfeng 21D, così è chiamato il missile in questione, come un “game changer”, cioè un elemento in grado di far saltare gli equilibri nel Pacifico, con l’obiettivo di scoraggiare le portaerei americani dall’ingresso in acque dove la Cina rivendica il proprio controllo. Il missile funzionerà con l’ausilio di satelliti, droni e sistemi radar oltre l’orizzonte. Lo scorso settembre il segretario alla Difesa, Robert Gates, ha detto che lo sviluppo da parte di Pechino di questo missile costringerebbe il Pentagono a ripensare il modo in cui vengono dispiegate le portaerei. (Adnkronos)

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.