Australia: inchiesta su abusi sessuali nelle forze armate, 1000 denunce

australia-abusiSydney, 26 ago – Un’inchiesta sugli abusi sessuali nelle forze armate australiane, ordinata dal ministro della Difesa Stephen Smith, ha ricevuto un tal numero di denunce da dover essere estesa di un mese fino al 30 settembre. L’inchiesta era stata affidata in aprile a uno studio legale, dopo uno scandalo nell’Accademia militare in cui una 18enne cadetta aveva rivelato che un commilitone con cui faceva sesso aveva filmato l’incontro con telecamere collegate al computer e diffuso il video in Skype ai suoi amici.

”L’inchiesta ha ricevuto più di 1000 denunce, sia da persone che hanno preso contatto direttamente, sia riferite dal dipartimento della Difesa”, ha detto Smith. ”Il ruolo dell’inchiesta non è di indagare sulle accuse, ma di dare una valutazione di ogni caso”. Un precedente scandalo riguardava una serie di misfatti sessuali a bordo di una nave della marina. Secondo un rapporto reso pubblico in febbraio, durante un viaggio nel 2009 un gruppo di marinai a mo’ di scommessa stabiliva delle “taglie” sulle donne marinaio, con un punteggio più alto per le lesbiche, da pagare a chi sarebbe riuscito a fare sesso con una di loro.

Dopo l’incidente nell’Accademia sono state avviate sei inchieste, di cui una affidata alla Commissione contro la discriminazione sessuale, per affrontare la cultura emersa di misoginia, prepotenze e insabbiamenti. Altre inchieste si occupano dell’uso di alcool e dei media sociali. (ANSA)

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.