Australia: abusi nelle Forze armate, il governo si scusa

australia-abusi1Sydney, 26 nov – Il ministro australiano della Difesa Stephen Smith ha presentato oggi in parlamento le scuse del governo alle vittime di abusi nelle le forze di armate, descrivendo i comportamenti come inaccettabili. Il ministro ha assicurato che saranno esaminate caso per caso le denunce presentate ad un’inchiesta nazionale da egli stesso indetta in aprile 2011, e che le vittime potranno essere risarcite, fino a oltre 40 mila euro.

Smith ha anche annunciato una nuova task force di alto livello, presieduta da un ex giudice, sugli abusi risalenti anche fino agli anni 1950. Gli esperti incaricati di esaminare le denunce potranno in seguito comunicare alla polizia e alla giustizia i casi suscettibili di incriminazione e proporranno inoltre sostegni medici psicologici alle vittime. ”Molti giovani uomini e donne hanno sofferto abusi sessuali, fisici e psicologici che non sono accettabili e non riflettono i valori di una società moderna, pluralista e tollerante”, ha detto il ministro, che ha preso di mira in particolare gli alti responsabili che occupavano funzioni elevate, che con il loro comportamento o la loro passività ”hanno tradito la fiducia” riposta in loro. Il rapporto sugli abusi fra i militari ha presentato un quadro allarmante sulle pratiche perpetrate per decenni, fra cui aggressioni sessuali ad adolescenti, pratiche brutali di iniziazione e violenze di vario genere. (ANSA)

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.