Afghanistan: attacco al PRT italiano di Herat, 3 condanne a morte

herat-kamikazeRoma, 22 nov – Tre persone sono state condannate a morte per aver avuto un ruolo nell’attacco sferrato a fine maggio contro il Provincial Reconstruction Team (Prt) a guida italiana di Herat, nell’Afghanistan occidentale. Lo riferisce il sito web dell’agenzia di stampa afghana Pajhwok. L’attacco provocò la morte di sette civili e una cinquantina di persone, tra le quali cinque militari italiani, rimasero ferite.

Le condanne sono state emesse da un tribunale di primo grado di Herat contro due afghani originari di Kandahar e uno di Herat. I tre, ha precisato il giudice Abdul Razaq Nijrabi, potranno presentare ricorso contro la sentenza alla Corte d’Appello e poi alla Corte Suprema. Il 30 maggio scorso il Prt italiano è stato attaccato da un gruppo di insorti e poi i militari sono stati coinvolti in uno scontro durato a lungo. Tra le tre persone condannate a morte – tutte arrestate il 25 agosto scorso – c’è, stando alla Pajhwok, il capo del commando, Abdullah (alias Lala). I tre, si legge, hanno confessato di aver organizzato l’attacco e provveduto al trasferimento dal Pakistan di un attentatore suicida. (Adnkronos)

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.