Vela: partita la Minitransat 2017, i colori della Marina difesi dal Sottocapo Andrea Pendibene

Roma, 3 ott – Gli ottantaquattro velisti iscritti alla Minitransat 2017 hanno tagliato la linea di partenza lo scorso 1 ottobre da La Rochelle in Francia, tra loro anche Andrea Pendibene che gareggia con i colori della Marina.

A bordo della serie “Pegaso Marina Militare” Pogo 3, imbarcazione poco più lunga di 21 piedi, Andrea Pendibene, sottocapo della Marina, affronterà le 4.000 miglia nautiche previste dalla Minitransat.

Un tracciato quest’anno che prevede la novità del ritorno per la partenza nella località francese, un passaggio a nord di Oleron Island, per concludere nella baia di Biscaglia la prima tratta.

Il campo di regata ha in programma per la seconda parte la partenza da Las Palmas de Gran Canaria con boe del traguardo a Martinica, nella baia di Le Marin.

Coraggio e determinazione, questi i sentimenti che animano i velisti che si confrontano con una competizione così dura anche dal punto di vista atletico. Attraversare l’Atlantico in solitaria e senza assistenza esterna, non è certo cosa semplice, solo i migliori possono provare imprese simili.

La Minitransat, è una competizione nata nel 1977, dopo venti edizione rimane ancora oggi una delle regate di riferimento per la Classe 650.

Numerose le insidie che gli atleti dovranno affrontare, ne è ben consapevole Matteo Rusticali che nel corso della prima notte ha disalberato ed è costretto a fare rientro in porto per valutare la possibilità di riparare la propria imbarcazione.

Chi è Andrea Pendibene

Andrea inizia a praticare la vela nel 2004, complice un trasferimento via mare da Viareggio a Plymout su un’imbarcazione da lui messa a punto durante lo stage in Ing Nautica. Quella barca Vincerà la Ostar2000 (regata oceanica dall’Inghilterra al Canada).

Il 2005 è l’anno della svolta, perché Andrea decide di affrontare la categoria mini 6.50 da professionista, dedicandosi al progetto Transat, per sfidare l’elite mondiale della vela.

La Transat 6.50 è la Parigi-Dakar della vela oceanica, ed è un evento internazionale riservato ai migliori 80 skipper del mondo dei due anni precedenti, selezionati sulla base dei risultati ottenuti nel circuito internazionale. La traversata prevede 4.200 miglia in solitario dalla Francia al Brasile. Nel 2007 affronta la sua prima Transat in quel momento è il più giovane velista italiano a
partecipare a questa regata e, a fine anno, vince il suo primo campionato italiano classe Mini e nelle stesso anno ottiene il 3° posto al Fastnet in classe proto con lo skipper Romano Luca Zoccoli e un ottimo 9° posto alla Giraglia Rolex sul 50 piedi di Cookson in equipaggio con Andrea Mura.

Nel 2009 ha corso con il Class 40 Telecom, imbarcazione di 12 metri, vincendo la prima regata Gp Petit Navire in Francia.

Nel 2010 vince nuovamente il campionato italiano classe Mini, con un nettissimo distacco sul secondo classificato. In quell’anno ha disputato 7 regate della classe Mini sulle 15 valevoli per la World Ranking List. Nonostante la maggior parte dei concorrenti abbiano partecipato a più di dieci prove, Andrea si è posizionato al terzo posto della classifica mondiale grazie al fatto che in ogni regata si è classificato sempre su uno dei due gradini più alti del podio.

Nel 2011 ha vinto a Genova il Gran Prix Italy, celebre regata italiana in doppio e ha partecipato sia al Fastnet che al Map. Durante la seconda partecipazione alla MiniTransat si ritira per un guasto tecnico alla elettronica ma rientra con i propri mezzi.

Nel 2012 dopo duri allenamenti in Francia Atlantica entrando in Marina effettua un periodo presso Il centro Velico di Napoli e poi dislocato alla Sezione Velica di La Spezia.Anno importante perché nelle classiche del circuito internazionale in coppia con Giovanna Valsecchi vengono centrate 3 vittorie e un secondo posto in solitario.

Nel 2013 ottiene la prima vittoria al Campionato Italiano portando la Marina Militare sul gradino più alto del podio dopo anni di assenza in questa classe e vince le due regate di Coppa del Mondo lottando con ogni mezzo assieme a Giovanna Valsecchi con L’imbarcazione ITA520 settata al top da partener tecnici di prestigio e con il supporto delle strutture arsenalizie.

Nel 2014 conferma il secondo Titolo Italiano consecutivo.

Nel 2015 arriva Pegaso ITA883, una nuova imbarcazione di serie con cui sfiora il Titolo Italiano in quanto la barca consegnata i giorno prima delle gare e non ha la stazza relegandola al 2° posto in classe prototipo e la vittoria alla prime gara in solitario con partenza da Golfo della Spezia. (E.S.)

Sommario
Vela: partita la Minitransat 2017, i colori della Marina difesi dal Sottocapo Andrea Pendibene
Article Name
Vela: partita la Minitransat 2017, i colori della Marina difesi dal Sottocapo Andrea Pendibene
Descrizione
Gli ottantaquattro velisti iscritti alla Minitransat 2017 hanno tagliato la linea di partenza lo scorso 1 ottobre da La Rochelle in Francia, tra loro anche Andrea Pendibene che gareggia con i colori della Marina.
Author
Publisher Name
GrNet.it
Publisher Logo
Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.