Marinaio disperso ad Olbia, ricerche ancora senza esito

nanulaOlbia, 1 apr – Ancora senza esito nel mare antistante Olbia le ricerche di Giuseppe Nanula, 27 anni, di Trani, il sottocapo della Capitaneria di Porto caduto in mare da un gommone mercoledì pomeriggio durante il quotidiano pattugliamento dell’area marina protetta di Tavolara. I colleghi della Guardia Costiera, assieme a Guardia di Finanza, Polizia, Carabinieri, Protezione civile e Vigili del Fuoco, con l’ausilio di elicotteri e motovedette non hanno mai interrotto le ricerche, sia in mare che a terra. Alle battute partecipano anche i pescherecci di Olbia e Golfo Aranci, che stanno setacciando i fondali. Intanto ieri la Capitaneria di Porto di Olbia ha inviato una prima informativa alla magistratura sull’incidente e il mezzo su cui viaggiavano il marinaio disperso e la giovane collega Valentina Buscarnera, 23 anni, di Sciacca, tratta in salvo in mezzo al mare, è stato posto sotto sequestro.

La zia, anche genitori lo cercano

”Di Giuseppe non abbiamo notizie, so che tutti lo stanno cercando. Lì ci sono i suoi genitori e i suoi fratelli, ma anche mio marito. E’ il nostro primo nipote e gli vogliamo bene, noi speriamo ancora”. Piange parlando al telefono con i giornalisti Gianna Ricatti, zia di Giuseppe Nanula.

Giuseppe ha cinque fratelli – racconta la zia – i più piccoli hanno nove e 11 anni, loro sono rimasti a Barletta. ”Non sanno nulla di quanto accaduto – spiega – per questo non li stiamo facendo andare a scuola, guardare i telegiornali e accedere a internet per evitare che sappiano dell’incidente”. I più grandi, altri tre, maggiorenni, sono a Olbia con i genitori e gli altri parenti, domani faranno rientro, resteranno lì solo i genitori. ”In famiglia eravamo contrari che Giuseppe intraprendesse la carriera militare – continua la donna – ma lui, dopo il servizio militare a Taranto, si è innamorato del mare e di tutto il resto e ha voluto continuare, ha prestato servizio anche a Barletta, la sua città, poi in Sardegna e da poco è stato promosso a sottocapo, aspettava di diventare effettivo”. Giuseppe Nanula voleva restare in Sardegna – aggiunge ancora sua zia – anche perchè lì ha una fidanzata, Emanuela. (ANSA)

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.