Immigrazione, barcone rovesciato: 24 cadaveri e 28 superstiti finora recuperati

immigrati-salvagenteRoma, 19 apr – Sono in corso da questa notte in acque libiche, operazioni di salvataggio superstiti e recupero salme per un barcone sovraccarico di migranti che si è rovesciato.

Il fatto è avvenuto a circa 70 miglia da quelle coste, quando il barcone di circa 20 metri, in grado di portare diverse centinaia di persone, diretto verso l’italia, che stava per essere raggiunto dalla motonave King Jacob di bandiera portoghese, inviata in soccorso dal Centro nazionale di coordinamento della Guardia Costiera, si è ribaltato per il possibile spostamento degli occupanti verso la fiancata più vicina del mercantile.

Le operazioni di ricerca e soccorso già in atto con la King Jacob e vedono l’intervento di 17 mezzi navali: della Guardia Costiera; di Tryton; della Marina militare; della Guardia di Finanza; della Marina militare maltese; pescherecci italiani dirottati; mercantili dirottati; mezzi aerei della Guardia Costiera della Marina e della Guardia di Finanza.

Al momento tali operazioni hanno permesso di recuperare 28 superstiti e 24 cadaveri. Sulla dinamica del ribaltamento e sui numeri degli occupanti il barcone verranno sentiti i superstiti una volta sbarcati, secondo le procedure previste.

Si teme comunque un bilancio molto alto dei morti.

AGGIORNAMENTO

Alle ore 20:40 del 20 APRILE, resta ancora confermato il bilancio del naufragio avvenuto nella notte tra sabato e domenica nelle acque libiche. 28 le persone salvate.

Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.