Amianto, ddl lavoro. Cocer Marina: “maggioranza sorda ad istanze marinai ammalati”

marina_laspeziaRoma, 29 apr – Il Cocer Marina in una nota esprime f”orte disappunto per la caparbietà con cui la Camera dei Deputati ancora una volta ha licenziato a maggioranza l’articolo 20 del collegato lavoro usuranti
che in pratica esonera l’azione giudiziaria con cui, i marinai, colpiti da malattie asbesto correlate, vedevano l’unica possibilità di avere risarcimenti, in mancanza di una legislazione in materia. La formulazione incompleta, mancanza di risarcimenti alle vittime, nell’articolo in parola, era una delle cause che aveva indotto il Capo dello Stato a rimandare alle Camere il provvedimento legislativo “lavoro usuranti”.”
“Ora  se per noi Militari risulta incomprensibile non adempiere alle sollecitazioni del Presidente della Repubblica – continua la nota – , non riusciamo a capacitarci come i Parlamentari fatta salva la propria autonomia, ignorino specifiche raccomandazioni del Presidente e restino sordi alle istanze dei marinai ammalati per amianto, arrivando di fatto a negare a questi che si sono ammalati per aver servito il Paese sulle Navi militari anche un “cucchiaio di sciroppo” per lenire la tosse maligna causata dall’amianto.
“Il Cocer Marina – conclude la nota – continuerà a lottare per non lasciare soli vedove, orfani  ed  invalidi, causati dall’amianto sulle Unità Navali, circa 500 realtà a cui i legislatori vogliono ad ogni costo tappare la  bocca. Quindi il Cocer Marina da oggi metterà allo studio le modalità previste dal protocollo per avere un udienza dal Presidente della Repubblica Giorgio NAPOLITANO, per spiegargli direttamente il dramma che si consuma in silenzio e naturalmente per ringraziarlo del Suo interessamento ai risarcimenti delle vittime.”
“Eliminare qualsiasi forma di responsabilità, senza contestualmente riconoscere i colleghi defunti come vittime del dovere,  – dice il Maresciallo Ciavarelli  – significa rendere vano il loro sacrificio estremo, dopo avere dedicato la vita al servizio della Nazione. Tutto ciò significa anche far sentire abbandonate le famiglie e gli ammalati, da uno Stato al quale hanno dato veramente tutto.” ico_commenti Commenta
Flipboard

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.