Guardia Costiera: Medaglia d’oro al Valore di Marina per un comandante di motovedetta, ma sul web è polemica

Roma, 18 ott – Il personale della Guardia Costiera con soddisfazione ha appreso che ad un Primo Maresciallo – nonché delegato del Coir – è stata attribuita la Medaglia d’Oro al Valore di Marina, con la seguente motivazione: «Comandante di Unità Navale che, nel corso della missione internazionale Poseidon Rapid Intervenition, mettendo continuamente a repentaglio la propria vita ed effettuando oltre 50 milioni di soccorso con 7.000 miglia nautiche, percorse spesso in ore notturne e in condizioni ambientali e meteo avverse, si distingueva per l’encomiabile valore, la non comune perizia marinaresca, salvando da sicura morte ben 928 migranti tra donne, uomini è bambini. Fulgido esempio di Sottufficiale che per il proprio operato, la sua abnegazione e il suo spirito di sacrificio, ha ricevuto riconoscimenti da numerosi consessi internazionali e il plauso delle più alte cariche dello Stato, dando lustro e decoro al Corpo di appartenenza, alla Marina militare e alla Nazione».

«Tutto ciò è motivo di sicuro orgoglio per tutto il personale – commenta il Maresciallo Antonello Ciavarelli del Cocer Marina – . In più di 150 anni di storia del Corpo solo altri 4 militari hanno avuto un riconoscimento così prestigioso («alla memoria» al Tenente di Vascello (CP) Roberto ARINGHIERI, al Capitano di Porto Michele FIORILLO, al Capitano di Porto di 3ª classe Gaetano MAGLIANO, al Capitano di Porto Giuseppe TELMON) e il collega è anche delegato a livello nazionale della Rappresentanza militare delle Capitanerie».

«Tutto ciò, nonostante sia una buona notizia, ha creato una serie di domande nel personale che ne vanno ad inficiare profondamente la condizione morale. Da quanto si è appreso dai social network – spiega Ciavarelli -, sembrerebbe che a bordo oltre il Comandante vi erano imbarcati tre soccorritori, che hanno ricevuto la Medaglia di Bronzo al Valore, e ben 7 membri di equipaggio che non hanno ricevuto, invece, neanche un elogio semplice, come se fossero imbarcati su una sorta di “Love boat” come semplici spettatori nell’osservare i sacrifici affrontati dal Comandante che ha ricevuto un così alto riconoscimento».

«Inoltre – chiosa Ciavarelli – verrebbe da pensare che i colleghi destinati per diversi anni a Lampedusa, che in una sola missione hanno percorso anche 500 miglia nautiche con uno stato del mare proibitivo e con decine di ore di navigazione per ogni missione, siano stati a villeggiare e le decine di migliaia di vite salvate sono figure astratte. Questo aspetto delicato della condizione morale del personale delle Capitanerie, da tempo è stato evidenziato ai vertici attraverso delibere della Rappresentanza militare».

«Sono tanti i colleghi che non si vedono riconosciuti, oltre ai soccorsi, anche i tanti successi in materia di polizia ambientale o di controllo della filiera della pesca o di polizia marittima in generale. Per loro fino ad un recentissimo passato non vi era neanche la magra consolazione di un riscontro mediatico affinché venisse riconosciuto dai cittadini. L’auspicio è che la tendenza venga invertita e non si percepisca più dal personale una sorta di “gioco al ribasso” in tali riconoscimenti. Viceversa si auspica questi ultimi non vengano elargiti a pochi o pochissimi e quindi sentiti come patrimonio comune».

Sommario
Guardia Costiera: Medaglia d'oro al Valore di Marina per un comandante di motovedetta, ma sul web è polemica
Article Name
Guardia Costiera: Medaglia d'oro al Valore di Marina per un comandante di motovedetta, ma sul web è polemica
Author
Publisher Name
GrNet.it
Publisher Logo
Flipboard

2 Commenti

  1. Ilaria dice

    Conoscendo le missioni fatte dal comandante Mangione, dico solo che tutto ciò che è stato fatto da lui era un percorso formato dai politici italiani (poiché ha contatti importanti) per ottenere solo riconoscimenti personali .

  2. Paolo dice

    Conoscendo i soggetti confermo pienamente il commento precedente. Ha forti conoscenze e lo “06” facile. Si muove esclusivamente per un proprio tornaconto personale ed economico.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.